renzi

Renzi sta facendo un bluff colossale alle spalle degli italiani!

Il Bisturi di Clairemont Ferrand: Renzi sta facendo un bluff colossale alle spalle degli italiani!

Renzi, veramente impudente, sta facendo un colossale bluff alle spalle degli italiani!

Non è possibile tollerare questa gigantesca pagliacciata che costa oltretutto un sacco di soldi per lasciare le cose esattamente come prima! Francamente non si poteva immaginare una cosa così platealmente spudorata! Nessuno poteva immaginare la protervia e la sfacciataggine di una manovra del genere: in perfetto stile, ma sfacciato questa volta, gattopardesco! Cambiare tutto per non cambiare nulla!

Avete capito? Si parla di Equitalia. La settimana scorsa ci avevano fatto credere che avrebbe chiuso nel 2017. E invece “cambia nome, ma non casa,” come riporta Valentina Conte su Repubblica:

“Equitalia cambia nome. Ma non casa. Troppo difficile inglobarla nell’Agenzia delle entrate, per vincoli costituzionali, contrattuali e forse di buon senso. Così, l’ultima soluzione, accarezzata dal governo, è quella di trasformare Equitalia in una partecipata pubblica, magari al 100% proprio dall’Agenzia (ora è al 51%, l’altro 49% dell’Inps). Una società per azioni, come ora. Nel perimetro fiscale, come ora. Libera di mantenere i più vantaggiosi contratti bancari, come ora, ai suoi 7.917 dipendenti. Ma con un nome nuovo o piuttosto una sigla burocratica, tipo Drae, facile da scordare: dipartimento riscossione dell’Agenzia delle entrate. Un dolce oblio.”

Quindi, continua Conte, “Equitalia scompare, ma la riscossione non può eclissarsi. E la fusione con l’Agenzia delle entrate non è affatto un gioco da ragazzi.”

In conclusione, “il dossier Equitalia si rivela dunque meno scontato di quanto auspicato dall’annuncio via slide del premier Renzi, sabato 15 ottobre al termine del Consiglio dei ministri che ha varato la manovra. Manovra ancora senza testo. Così come il decreto fiscale.”

Un pensiero su “Renzi sta facendo un bluff colossale alle spalle degli italiani!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *