lamberto-dini

Lamberto Dini: ‘Renzi è tenuto in vita da Draghi. A marzo crollerà tutto’

In una lunga intervista rilasciata a Libero, l’ex-premier Lamberto Dini vede nello scontro tra Matteo Renzi e l’Europa il motivo della caduta del governo. Ciò che mantiene in vita Renzi è il cosiddetto “Bazooka di Draghi”, o, in termini più tecnici, “quantitative easing”, che consiste nell’iniezione di denaro nel sistema finanziario ed economico.

Riportiamo uno stralcio dell’intervista di Pietro Senaldi a Dini:

Renzi è passato ad attaccare la Ue duramente, cosa ne pensa?

«È sbagliato, gliel’ ha detto anche Mattarella. Lo fa in chiave elettorale, mostra il suo lato populista per vincere il referendum. Ma il governo dovrebbe avere senso di responsabilità e lasciare il populismo alle opposizioni».

Gliela faranno pagare?

«In Europa hai successo se sei credibile, rispetti gli impegni e li convinci delle tue buone ragioni, non se minacci. Lui è riuscito a litigare perfino con Orban. Ma non sarà l’ Europa a fargliela pagare, saranno i mercati».

Quando prevede il collasso?

«Quando appunto lo decideranno i mercati, come con Berlusconi e lo spread. Se non ci fosse Draghi, che con il suo bazooka tiene i tassi a zero, lo spread sul debito italiano schizzerebbe e Renzi rischierebbe davvero la fine di Berlusconi nel 2011. Il bazooka di Draghi è un fattore esogeno però, a marzo può già venire meno».

Perciò prepariamoci al peggio. O al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *