italiani

Chi ha scritto questo articolo chieda scusa a tutti gli italiani

La propaganda di questo sistema marcio ha raggiunto nuove vette. L’ultimo articolo l’ha pubblicato Il Corriere della Sera.

Solo il titolo fa imbestialire: “Non lavorano e non studiano. Ma ci costano 36 miliardi”.

No, non sono i politici. Di loro figuratevi se ne parlano. Sono i cosiddetti ‘neet’, un nuovo termine fighetto che usano i giornalisti per indicare i giovani che non possono studiare perché non hanno i soldi o non possono lavorare perché non c’è lavoro. Questi poveri cristi sono colpevoli di “risucchiare il 2% del PIL”.

Oltre al danno, ovvero l’impossibilità di formarsi o lavorare, la beffa: passare per bamboccioni a causa dell’ignoranza di certa stampa.

Chi ha scritto questo articolo chieda scusa a tutti gli italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *