la-gruber-e-la-boschi

‘La Gruber e la Boschi erano d’accordo?’ Il VIDEO denuncia del deputato M5S Sorial

Dal M5S un’altra grave accusa al Pd. Il deputato pentastellato Giorgio Sorial racconta su Facebook un episodio che vede protagonista la ministra Maria Elena Boschi durante la puntata del 7 novembre di Otto e Mezzo, il programma condotto da Lilli Gruber su La7.

Mentre il costituzionalista Valerio Onida, collegato con lo studio, sta parlando dei poteri della Corte Costituzionale e dei tempi richiesti per l’esame di un ricorso, la regia manda in onda un campo largo dello studio e si nota la ministra Boschi che dice qualcosa a Lilli Gruber. Il labiale, denuncia il deputato del M5S Giorgio Sorial, suggerisce un “Taglia” o un “Dai”. Come se la ministra non volesse toccare l’argomento. Ma non si può essere certi.

Quel che è certo, però, è che la Gruber interrompe subito Onida.

Di seguito il post di Sorial allegato al video pubblicato sulla propria pagina Facebook:

MA LA GRUBER E LA BOSCHI ERANO D’ACCORDO TRA DI LORO?

Del tipo “Al mio segnale lo interrompi e mi dai la parola”…

Avete visto il grado di assoggettamento dell’informazione?
Avete visto il grado di sudditanza di alcune tv con i membri del governo?
E la Gruber con la Boschi l’avete vista?

CHE VERGOGNA:

Onida sta spiegando le ragioni del NO al referendum costituzionale e perché il quesito del referendum non sia chiaro né puntuale.
Ma la Boschi non sta visibilmente apprezzando le parole di Onida e accenna alla Gruber il gesto del taglio e le sussurra qualcosa.
Immediatamente la Gruber interrompe Onida per dare la parola proprio alla ministra… PLATEALMENTE!!!
Se ora è già così, immaginate nel momento in cui dovesse passare questa riforma costituzionale che trasforma il governo in una famiglia reale, la dittatura di un uomo solo al comando che tra l’altro ha il controllo completo dell’informazione!

Diventeremo democraticamente peggio della Turchia? O forse lo siamo già?

E cosa ha detto esattamente la Boschi alla Gruber secondo voi?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *