renzi

Renzi toglie la bandiera Ue per la diretta Facebook, ma viola la legge. E il suo euroscetticismo non ce lo beviamo

Come detto qualche giorno fa, la vittoria di Trump ha mandato il governo nel panico.

Renzi ha messo subito le mani avanti dicendo che il referendum del 4 dicembre non ha niente a che fare con l’elezione di Trump.

E invece sì: le campane suonano a morto anche in Italia.
Ma nella sua diretta Renzi ha fatto di più. Ha deciso di non esporre la bandiera europea all’interno del suo ufficio di Palazzo Chigi durante la diretta su Facebook di mercoledì scorso.

Per una volta ci azzecca direte voi. No, prima di tutto perché, osserva Valerio Valentini sul Fatto Quotidiano, non esporre i drappi dell’UE all’interno degli edifici pubblici è illegale.

Secondo, perché questo atteggiamento di Renzi sarà un boomerang, come ha spiegato l’ex-premier Lamberto Dini in un’intervista a Libero:

“In Europa hai successo se sei credibile, rispetti gli impegni e li convinci delle tue buone ragioni, non se minacci. Lui è riuscito a litigare perfino con Orban. Ma non sarà l’ Europa a fargliela pagare, saranno i mercati”.

E, oltretutto, l’improvviso euroscetticismo del premier noi non ce lo beviamo. Renzi si ribella (o fa finta?) alla UE in chiave elettorale, perché vuole vincere il referendum, costi quel che costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *