mattarella

Mattarella potrebbe chiedere a Renzi di ‘congelare’ temporaneamente le dimissioni

Matteo Renzi si è dimesso, ma è possibile che lo vedremo ancora per un po’ nei panni di presidente del Consiglio. Almeno finché non sarà approvata la legge di Bilancio.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, riporta Ilgiornale.it citando fonti parlamentari, potrebbe chiedere a Renzi di posticipare l’uscita dal governo:

“Il rischio dell’esercizio provvisorio è stato già escluso da Matteo Renzi la scorsa settimana. Ieri sera il premier sera ha di nuovo assicurato che il completamento dell’iter della legge di bilancio sarà garantito. Il punto è capire in quale modo e, soprattutto, se Renzi accetterà di rimanere in carica per portare al varo la manovra o se lascerà il testimone a un eventuale successore, tecnico o istituzionale che sia. Secondo quanto riferiscono fonti parlamentari, Sergio Mattarella potrebbe chiedere a Renzi di “congelare” temporaneamente le dimissioni restando in carica il tempo necessario per l’approvazione della legge di bilancio e posticipando, quindi, l’atto formale della sua uscita dal governo”.

Il capo dello Stato, spiega Sergio Rame sul Giornale, “può contare su un precedente. Nel 2012 Mario Monti annunciò le dimissioni irrevocabili l’8 dicembre, ma le formalizzò solo il 21 dello stesso mese per portare a termine la legge finanziaria. Se Renzi percorresse questa strada, accogliendo il richiamo alla stabilità del Quirinale, i tempi per la manovra sarebbero assai rapidi e Mattarella potrebbe svolgere le consultazioni per la formazione del nuovo governo ben prima di Natale. Questa ipotesi, al momento, raccoglie anche il sostegno di gran parte del Pd”.

Se invece l’ormai ex-premier dovesse rifiutare “si potrebbe così avere un nuovo governo in pochi giorni, con al primo punto del programma il completamento dell’iter della legge di bilancio”.

Un pensiero su “Mattarella potrebbe chiedere a Renzi di ‘congelare’ temporaneamente le dimissioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *