Pietro-Grasso

Pietro Grasso: ‘Meglio votare nel 2018, così potremmo recuperare tutto il tempo perso finora’

L’avevamo capito da subito, ma ora arriva la conferma.

Non vogliono farci votare.

In un’intervista al Corriere della Sera il presidente del Senato Pietro Grasso ha tolto ogni dubbio dichiarando: “Credo che i problemi del dopo-terremoto confermino l’esigenza di sfruttare questo scorcio di legislatura per sbloccare una serie di misure, a partire dal riordino della Protezione civile. La vita del governo di Paolo Gentiloni non è legata solo alla riforma del sistema elettorale. E come presidente del Senato mi debbo augurare che la legislatura duri fino al 2018 per approvare provvedimenti importanti”.

Vogliono sfruttare l’emergenza del terremoto per mantenere in vita questo governo abusivo, che, se gli italiani potessero, farebbero cadere in questo momento.

Altro che democrazia: qui si pensa solo al vitalizio, che i parlamentari potranno maturare solo se le elezioni si terranno dopo il 15 settembre 2017.

Domani la Consulta deciderà le sorti della legge elettorale, e sapremo se potremo andare al voto subito o no. Aspettiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *