minzolini-ficarra-e-picone-lega

Minzolini Ficarra e Picone: ‘Lega? È per la legalità e ha votato a favore di Minzolini. Salvarsi tra di loro è legittima difesa’

Ficarra e Picone intervengono nuovamente sul Caso Minzolini, il senatore di Forza Italia salvato grazie al voto di parte dei senatori del Pd, ma non solo.

No, perché il senatore forzista è stato salvato anche grazie ai voti della Lega di Matteo Salvini, che, fanno notare i due comici: “È per la legalità. Sta facendo anche la campagna per la legittima difesa”, dice Picone. “Questa è coerenza”, risponde Ficarra, che aggiunge: “Per i politici salvarsi tra di loro è legittima difesa. Salvini ha già la felpa con la scritta Minzolino”.

Ficarra e Picone hanno poi commentato la notizia dell’abolizione dei voucher:

“Il governo vuole eliminarli per abolire il referendum. Gentiloni ha detto che sarebbe stato un errore dividere il Paese ora”, dice Picone. “Giusto,” commenta Ficarra, che aggiunge: “meglio spartirselo dopo le elezioni”.

Guarda il video:

Minzolini Ficarra e Picone: ‘Senato ha salvato Minzolini? Almeno non fa il direttore del tg’

Nella puntata di avantieri di “Striscia La Notizia”, i conduttori della trasmissione Ficarra e Picone hanno commentato il caso Minzolini con tre battute che rivelano tre grandi verità.

1. “Vogliamo vedere il lato positivo? Almeno non fa il direttore del telegiornale”, fa notare Ficarra.

2. “E dire che Mattarella aveva detto che non votare la decadenza di un parlamentare interdetto è aberrante”, osserva Picone, riferendosi alle dichiarazioni che Mattarella rilasciò sul caso Previti, molto simile a quello di Minzolini, nel 2007.
A questa osservazione Ficarra replica dicendo: “Sì, ma di questi parlamentari la metà non sa che significa ‘aberrante’ e l’altra metà se ne fotte”.

3. Poi Picone aggiunge: “Alle accuse per il voto a favore di Minzolini il Pd ha risposto che c’è stato un voto di coscienza”. “Ah, quindi non si sono venduti il voto? Si sono venduti proprio la coscienza”, ribatte Ficarra.

Guarda il video:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *