Sui tg Rai c’è spazio solo per la difesa del padre di Renzi

0
0
padre-di-renzi
Pubblicità

Due pesi e due misure. O, per dirla con le parole di Marco Travaglio, il gioco della pagliuzza e della trave.

Pubblicità

I media italiani falsificano la realtà prendendo una cosa minuscola e trasformandola in uno scandalo enorme, e prendendo uno scandalo enorme e trasformandolo in una cosa minuscola.

È il caso della vicenda Raggi: fatti di poca importanza per gli italiani che vengono presentati come scandali nazionali; e l’inchiesta Consip, il più grande appalto truccato d’Europa, in cui è coinvolto il padre di Renzi, indagato dalla procura. Di quest’ultimo scandalo, però, nessuno ne parla. E in particolare i tg, come fa notare Tommaso Rodano sul Fatto Quotidiano:

“I tre telegiornali principali non raccontano le accuse, Rai1 si limita alle professioni di innocenza dell’indagato.

Sia detto una volta e non si ripeta più. Il padre di Matteo Renzi è indagato di nuovo. Tiziano Renzi è accusato dalla Procura di Roma di traffico di influenze illecite. L’ipotesi è che abbia assunto il ruolo di “facilitatore” (con l’amico Carlo Russo) nei confronti dell’imprenditore napoletano Alfredo Romeo, che tentava di aggiudicarsi la gara Consip Fm 4. Parliamo di un appalto pubblico dal valore totale di 2 miliardi e 700 milioni. Questa, in estrema sintesi, la notizia. Difficile negare che sia di interesse pubblico. Ma nei Tg della Rai il fatto viene raccontato, diciamo, con una certa leggerezza”.

Leggi l’articolo integrale…

Insomma, questa è l’informazione per cui paghiamo il Canone Rai. Giudicate voi.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui