Dp, #DemocraticiPagliacci

0
0
dp-pagliacci-democratici
Pubblicità

L’Italia è una repubblica fondata sui pagliacci (democratici).

Pubblicità

Si dividono, si riuniscono, si insultano, si scindono, ma alla fine fanno finta di litigare. Perché in realtà questi non sono altro che marionette mosse dal puparo, il quale altro non è che il fantoccio di Bruxelles.

Fatta questa premessa possiamo capire perché il nuovo “Movimento democratico e progressista” (Mdp), formatosi a seguito della scissione dell’ala sinistra del Partito Democratico, chiede le dimissioni del ministro dello Sport, Luca Lotti, indagato per rivelazione di segreto e favoreggiamento nell’ambito dell’inchiesta Consip, ma non voterà la mozione di sfiducia presentata dal Movimento 5 Stelle sia alla Camera sia al Senato.

Il leader di questo nuovo partitino, l’ex-Pd Roberto Speranza, ha dichiarato in merito al caso Lotti: “Non mi convince l’ idea di dare vento alle vele di chi su questa vicenda vuol fare solo propaganda. È un errore arrivare fino a quel punto. Ritengo che il problema vada risolto politicamente”.

Come? Chiedendo a Lotti di dimettersi, ma in maniera molto blanda, come del resto Speranza ha già fatto pronunciando queste parole:

“Per me si (Luca Lotti, ndr) deve dimettere. Delle pene nei processi si occupano i magistrati. Noi affrontiamo il dato politico: serve un segnale di rigore, per questo Lotti faccia un passo indietro”.

I 5 Stelle lo ripetono da anni: le varie correnti del Pd sono nemiche, ma non troppo. Ciascuna fa la propria parte nel teatrino della politica per raccattare qualche voto in più, ma quando arriva il comando dall’alto non possono far altro che eseguirlo.

Presenteremo una mozione di sfiducia per il ministro Luca Lotti “per mettere in difficoltà questo pseudo nuovo movimento scissionista Dp,” ha detto il deputato pentastellato Alessandro Di Battista nel corso di un’intervista a Piazza Pulita la settimana scorsa.

La mossa ha funzionato: il M5S ha smascherato i #DemocraticiPagliacci per l’ennesima volta.

Lasciate un commento qui sotto o su Twitter usando l’hashtag #DemocraticiPagliacci


Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui