Crisi famiglie italiane, l’appello disperato di un padre: ‘Questa non è vita. Non potete toglierci anche l’acqua’

0
0
crisi-famiglie-italiane
Pubblicità

Un Paese civile non permetterebbe che accadessero certe cose.

Pubblicità

L’Italia, però, ricordiamolo, un Paese civile non è, e sempre più famiglie italiane sono in crisi e versano in condizioni di povertà estrema.

Famiglie come quella di Mauro Di Pietro, quarantenne di a San Giovanni Teatino (Chieti), della compagna Alessia, trentasette anni, e dei loro tre figli di quindici, otto e sei anni (uno dei quali è invalido).

Il quotidiano Il Centro racconta la loro drammatica storia: “Vivono con il minimo necessario ormai da diversi mesi. Ora le cose sono precipitate e tornano a chiedere aiuto.”

La coppia abruzzese possedeva un negozio di animali, chiuso a causa della crisi, ed è in seguito stata condannata a risarcire con 15mila euro il vicino di casa, a causa di una “lite per futili motivi,” spiega Melissa Di Sano su Il Centro.

E allora da diversi mesi tutta la famiglia deve tirare avanti con la pensione di invalidità di uno dei figli, appena 500 euro mensili, di cui 440, però, vengono versati “per onorare le rate che derivano dalla condanna subita per la lite col vicino”. Rimangono 60 euro.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui