Arriva la mazzata sull’energia elettrica: si impennerà il costo delle bollette

0
0
costo-delle-bollette
Pubblicità

Il costo delle bollette potrebbe aumentare dal 2018.

Pubblicità

Il governo Gentiloni chiederà la fiducia sull’approvazione del disegno di legge sulla concorrenza, che prevede, tra le altre cose, la liberalizzazione del mercato dell’energia (luce e gas).

Il provvedimento include anche lo stop alle tariffe di maggior tutela, il servizio erogato dall’Autorità per l’energia che fa pagare automaticamente il prezzo più basso ai consumatori che non si sono rivolti ai nuovi fornitori liberi.

In teoria con questa riforma i prezzi dovrebbero scendere, ma il timore è che ci sia l’effetto contrario: “L’eliminazione del mercato elettrico tutelato avrà il solo effetto di far impennare il costo della bolletta per milioni di famiglie e imprese,” avvertono i senatori M5S Gianni Girotto e Gianluca Castaldi.

L’aumento, spiega Business Insider, è dovuto al fatto che “nel servizio di maggior tutela l’Autorità per l’energia, tra le altre cose, fissa il prezzo di compravendita dal produttore al cliente finale, mentre nel mercato libero il medesimo prezzo viene stabilito arbitrariamente dal fornitore”.

La liberalizzazione, se approvata, dovrebbe entrare in vigore a gennaio o luglio del 2018: “dal 1 luglio 2018 finisce il regime di maggior tutela e i 24 milioni di renitenti alla concorrenza, se non avranno scelto un nuovo fornitore entro quella data, verranno consegnati in massa a un unico fornitore che praticherà tariffe così alte da rieducarlo al culto del libero mercato,” si legge sul Fatto Quotidiano.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui