Reversibilità vitalizi, Fiorella Mannoia: ‘Senza rispetto, in un Paese normale per queste parole chiederebbero le dimissioni’

7
1
Reversibilità-vitalizi
Pubblicità

Nuovo attacco di Fiorella Mannoia alla casta.

Pubblicità

La cantante ha scritto un duro post su Facebook nel quale accusa la maggioranza di aver perso il contatto con la realtà per aver inserito un emendamento che aumenta la reversibilità dei vitalizi al ddl modifica le norme sui vitalizi parlamentari.

La Mannoia ha condiviso un articolo del Fatto Quotidiano che riporta la notizia, commentando:

“Tanto vivete in un universo parallelo da non rendervi conto neanche di quello che dite, avete perso il contatto con la realtà.

Signora lei è senza rispetto, in un Paese normale per queste parole chiederebbero le dimissioni, ma non si preoccupi, non accadrà.

Magari i congiunti dei comuni mortali potranno venire a fare le “sguattere” i “giardinieri”…. a casa sua.

“…l’autrice dell’emendamento, manco a dirlo, difende l’eccezione come una misura di “equità”. “Ho pensato che era sacrosanto – dice la Gasparini al fattoquotidiano.it – mettere fine a trattamenti insostenibili attraverso il ricalcolo contributivo dell’importo pensionistico ma anche che non fosse giusto che i congiunti di un parlamentare, che magari non hanno altro reddito, finissero a fare la sguattera o il giardiniere. Ecco perché ho pensato a un riconteggio aumentato del 20%.” .

P.S. Per il parlamentari la reversibilità è estesa anche ai conviventi. Lo sapevate?”

La cantante ha poi aggiunto dei commenti al suo post:

“Comunque, a me non interessa quanto guadagnano i parlamentari, mi da fastidio l’arroganza e la mancanza di sensibilità verso chi non ha questi privilegi, mi da fastidio che vivano in un universo parallelo con sprezzo di chi ha bisogno. Se facessero bene il loro mestiere, se si occupassero dei bisogni dei cittadini, se non tradissero la fiducia di chi li ha votati, se fossero onesti…se….se….se…”

E ancora:

“Mia madre dopo aver lavorato una vita con la reversibilità di mio padre prendeva 600 euro al mese. E ha fatto del bene pure lei, come ha potuto, non meno della signora Fanfani! Idiota!”

Pubblicità

7 Commenti

  1. Fiorella ha solo evidenziato quello che tutti già sapevano e sanno da una vita! Ben’inteso è giusto rimarcarlo/ricordarlo sempre – e non per fomentare l’odio verso la classe politica (quale classe poi?), ma per ricordare al ‘cambio generazionale’ di quella stessa ‘classe’ cosa c’è che non va e che cosa devono cambiare in primis quando vestiranno le stesse ‘cariche’ di rappresentanti del loro popolo (ecco quello che Fiorella intendeva parlando dell”universo parallelo nel quale oramai vivono, penso).
    Come mai oggi parliamo di un’affluenza di voti del 20, 30, 40 o più percento anziché di una ‘fuga’ di voti del 60, 70, 80 o più percento? Il popolo non èignorante, non lo è mai stato! Esprime soltanto nel’unico modo ‘democratico’ che ha (peraltro) schiaffeggiando il votato, cacciandolo (se potesse!) e comunque è questa la sostanza del suo voto, ma loro, la ‘casta’non lo capisce, anzi fa finta di non capire e sotto, sotto, piano piano porta la propria ‘cadrega’ all’asciutto! Con arroganza, come i vitalizi, la reversibilità fino ai nipoti ecc.
    Grazie Fiorella, anche per il tuo aiuto!

  2. Gli italiani “sono” ignoranti perché non andando a votare dimostrano di non capire niente della democrazia. Andare al seggio e votare “annullando” la scheda significa aver espresso un voto, aver fatto sapere cosa si pensa dei candidati. E così facendo si annulla la votazione superando la maggioranza di voti “nulli”. Invece gli italiani fanno il gioco dei politici i quali sperano proprio che chi non li voterà è meglio che se ne sta a casa.

  3. A me non sembra corretto che siano i parlamentari a dovere decidere quanto essi stessi debbano percepire di stipendio, emolumenti vari e pensioni: a mio parere si tratta di conflitto d’interesse

  4. Ha fatto benissimo Fiorella a rispondere così ai parlamentari xchè dico sempre
    che loro sono scusate l’espressione: delle merde su un badile e pensano solo
    a loro stessi senza preoccuparsi dei cittadini comuni, che pensano altresì che
    sia un loro diritto e privilegio; io dico invece che loro i parlamentari hanno il
    diritto di andare a fare in culo nelle prigioni veneziane ( i famosi piombi ) e
    lasciati lì a marcire quei rotti in culo!!!!!!!

  5. Carissima Fiorella, Siviglia a dirglielo in qualsiasi modo, fosse anche in musica. Non hanno orecchie per sentire e quello che e’ peggio non hanno cervello per intendere . quella gente non e’ degna del tuo dirgli della riversibilita’ della tua mamma.

  6. L’Italia e’ degli Italiani e vale la pena riprendersela da dove l’hanno confinata le merde dei politici che ci hanno governato (sx e dx)!! Ergo, basta lamentarsi alziamo,il culo tutti quanti il 4 marzo e mettiamo la croce dove va messa dando fiducia a quelle persone che si stanno dimostrando oneste, senza condanne e soprattutto non hanno mai governato!! Ma perche’ cio’ accada bisogna andare tutti alle urne!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui