Consip, Fiano (Pd): ‘Giusto mandare via Marroni se conferma accuse a Lotti’. M5S: ‘Boom! Questa è ritorsione’

0
16
consip-fiano
Pubblicità

Se l’ad di Consip Luigi Marroni ha confermato le accuse nei confronti del ministro dello Sport Luca Lotti vuol dire che “conferma di non avere più un rapporto di fiducia col governo”. Per questo motivo non deve più dirigere la Consip.

Pubblicità

È quanto affermato dal deputato del Pd Emanuele Fiano durante una discussione con il giornalista del Fatto Quotidiano Marco Lillo durante la puntata di Omnibus, programma che va in onda su La7.

Marroni è testimone non indagato nell’ambito dell’inchiesta Consip e sostiene di essere stato informato dal ministro Lotti in persona della presenza di cimici negli uffici della Consip. Le cimici sono state poi rimosse, rovinando le indagini dei carabinieri.

Consip Fiano, M5S: ‘Questa è ritorsione’

I 5 Stelle hanno pubblicato il video del dibattito tra Fiano e Lillo, commentando:

“SENTITE COSA HA CONFESSATO STAMATTINA EMANUELE FIANO! MASSIMA CONDIVISIONE!

Durante la trasmissione Omnibus di questa mattina il deputato PD Emanuele Fiano, in un involontario moto di sincerità, ha gettato la maschera e confessato: il governo e il PD hanno scaricato l’amministratore delegato della Consip, Luigi Marroni, perché davanti ai magistrati ha confermato le sue accuse al ministro Luca Lotti. Boom! Questa si chiama ritorsione!

Marroni è stato mandato a casa per non aver vigilato su ciò che avveniva dentro la Consip? No. Per non aver impedito che sul grande appalto da 2,7 miliardi si verificassero episodi di corruzione? Nemmeno.

Marroni viene punito perché è diventato il testimone scomodo dell’inchiesta che sta facendo venir giù pezzo dopo pezzo il sistema del Giglio Magico, perché è il principale accusatore del ministro Luca lotti e perché ha confermato tutte le sue accuse davanti ai pm.

Chi ‘tradisce’ la lealtà al sistema collaborando con la giustizia, paga pegno; chi è indagato con l’accusa pesantissima di aver sabotato un’inchiesta della magistratura, come il ministro Luca Lotti, resta dov’è. È il renzismo, bellezza!”

Guarda il video:

Consip Fiano, Bersani ‘Allucinante. Non si può cacciare Marroni perché scomodo’

L’ex segretario del Pd ora in forza a Mdp Pierluigi Bersani, interpellato dal Fatto Quotidiano, ha commentato le dichiarazioni di Fiano:

“Mi riferiscono di queste dichiarazioni di Fiano, voglio credere che non siano esatte, perché sarebbe abbastanza allucinante: non si può cacciare uno perché davanti alla Giustizia dice una verità o una sua dichiarazione scomoda per il governo. Queste sono cose assolutamente fuori dal seminato.

Qui ci sono due verità contrapposte (quella dell’ a.d. di Consip Luigi Marroni e quella del ministro Luca Lotti, ndr) se si vuol far un passo indietro devono farlo tutti e due in attesa che la magistratura chiarisca. Qui non c’è da cercare capri espiatori o da chiedere alle gente di cambiare versione per salvarsi la pelle, perché alla fine si ha questa impressione. Spero ci si renda conto che l’opinione pubblica è sconcertata da queste cose qua”.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui