#VergognaFornero contro Papa Francesco

2
6
fornero-papa-francesco
Pubblicità

Non poteva mancare la reazione della casta.

Pubblicità

Papa Francesco si è schierato contro le pensioni d’oro e ha criticato il fatto di far lavorare gli anziani e lasciare i giovani senza lavoro:

“Non sempre e non a tutti è riconosciuto il diritto a una giusta pensione, giusta perché né troppo povera né troppo ricca: le ‘pensioni d’oro’ sono un’offesa al lavoro non meno grave delle pensioni troppo povere, perché fanno sì che le diseguaglianze del tempo del lavoro diventino perenni.
Quella che costringe gli anziani a lavorare troppo a lungo e obbliga una intera generazione di giovani a non lavorare quando dovrebbero farlo per loro e per tutti”, ha detto Francesco.

Apriti cielo: ai fake media e al regime le parole del Papa non sono piaciute. Ma non possono reagire, perché è troppo impopolare attaccare il Santo Padre su un tema così popolare.

Ma c’è chi ha il coraggio di farlo: Elsa Fornero, che con la sua riforma ha innalzato l’età pensionistica e prodotto migliaia di esodati.

L’ex ministra dovrebbe perlomeno avere la dignità di tacere. E invece apre ancora bocca, e lo fa nel modo sbagliato:

“Tutto dipende da cosa intendiamo per anziano,” ha detto la Fornero in un’intervista a Radio Capital. E ha poi aggiunto: “Se guardassimo dall’ottica di chi difende il pensionamento in età giovane, il Papa dovrebbe forse essere in pensione già da molti anni”.

E ancora:

“Il pensionamento graduale per chi è a fine carriere è una bella idea, ma faticosa da attuare. Sarebbe bello se il Papa mettesse in piedi una commissione per valutare operativamente quest’ipotesi senza però aumentare i debiti che andrebbero a ricadere sulle spalle dei giovani”.

Cara Fornero, istituire commissioni non è compito del Papa. Francesco ha invitato una politica corrotta ad ascoltare i bisogni degli ultimi, colpiti dalle riforme lacrime e sangue dei governi che si sono succeduti negli ultimi anni.

I signori al governo hanno creato una guerra tra poveri: anziani vs giovani. Ma questa opposizione non deve esistere: lo Stato deve garantire il benessere di entrambi.

E poi, cara Fornero, ci spieghi due cosette: perché non l’ha creata lei questa commissione, invece di invitare il Papa a farlo?

E perché il suo governo non ha tagliato davvero tutte le pensioni d’oro, alleviando i giovani da questo debito enorme?

Pubblicità

2 Commenti

  1. bla…bla….bla….!!! solo e sempre questo. Se solo si volesse il reddito di appartenenza o come lo si voglia chiamare,da solo risolverebbe alla radice il problema delle pensioni.Già mi fischiano le orecchie……… sola demagogia.Evidente è che se si vuole insistere sul modello di vita attuale cosi’ come imposto dal capitalismo selvaggio e dalla globalizzazione è evidente che mancano le risorse. Bisogna mettere mano ad un grande problema che sempre più ci affligge:LA RIDISTRIBUZIONE DEL REDDITO. Non è possibile non vedere come sia iniquo che l’1% possegga il 90% della ricchezza.Le rendite da capitali e grandi patrimoni debbono essere tassate fino al 90%….ecct…ecct

  2. Il Papa è nella condizione e nella possibilità che se si intromette nella vita politica e nell’economia, deve rendere conto con dati comprensibili e realisti di quello che dice. E’ troppo facile strappare consensi, ma deve anche razionalmente spiegare quello che dice! Premetto che sono d’accordo sul problema con lui, ma la sua posizione è solamente ideologica e non deve essere così! Altrimenti come spesso gli accade fa più danni che bene!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui