Di Maio: ‘Legge Fornero anche per i parlamentari, a partire da adesso!’

0
0
legge-fornero-parlamentari
Pubblicità

Il M5S mette nuovamente alla prova la casta: votino affinché la Legge Fornero sia valida anche per i parlamentari.

Pubblicità

Il deputato pentastellato Luigi Di Maio ha fatto sapere tramite Facebook che il MoVimento ha proposto un emendamento che alla legge Richetti sui vitalizi che è stata votata ieri che applica lo stesso trattamento pensionistico dei cittadini ai politici.

I parlamentari, però, aggiunge Di Maio, vogliono mantenere i privilegi.

Scrive Di Maio su Facebook:

“LA CASTA DEI PARLAMENTARI PD VUOLE TENERSI IL PRIVILEGIO!

La posizione del MoVimento 5 Stelle è netta e non è mai cambiata: ai parlamentari della Repubblica deve essere applicato lo stesso trattamento pensionistico dei comuni cittadini, ossia la legge Fornero. Ed è quello che abbiamo proposto con un emendamento alla legge Richetti sui vitalizi che verrà votata oggi. I parlamentari del Pd, che si confermano una casta, invece vogliono tenersi il trattamento privilegiato che c’è adesso e che gli consente di andare in pensione prima rispetto alle persone normali. La legge Fornero vogliono applicarla solo a partire dalla prossima legislatura. Sono dei sepolcri imbiancati! Se una misura è giusta, deve essere applicata subito e a tutti. Ai cittadini l’hanno imposta nel giro di un giorno, quando si tratta di provarlo sulla loro pelle, ecco che spuntano le eccezioni. Fanno ribrezzo a chiunque abbia il senso della giustizia.

Legge Fornero anche per i parlamentari, a partire da adesso! In aula vedremo se i parlamentari del Pd faranno la cosa giusta o se salveranno il loro privilegio.”

M5S: “I parlamentari devono essere trattati come tutti i cittadini normali, anche a loro deve essere applicata la legge Fornero”

Nel pomeriggio di ieri i 5 Stelle hanno pubblicato su Facebook il seguente post, in cui denunciano che il Pd vuole intestarsi la battaglia contro i vitalizi, che è, in realtà, uno dei punti di forza del M5S dagli inizi.

“Dopo una melina lunga più di un mese il Pd si è dovuto arrendere alle pressioni del MoVimento 5 Stelle e finalmente la legge che taglia i vitalizi ai parlamentari andrà in Aula alla Camera.

E ora, nonostante sia stato il MoVimento 5 Stelle a farla calendarizzare, rinunciando alla propria quota che spetta all’opposizione, il Pd cerca di intestarsi la battaglia. Peccato, però, che proprio i loro stessi componenti mettono nero su bianco che questa legge sarebbe il “grimaldello” che apre “a una vera e propria macelleria sociale”. Un testo che mostra “un atteggiamento persecutorio verso la cosiddetta ‘casta’” secondo il relatore della maggioranza, il piddino Maino Marchi.

Noi invece siamo pronti a battagliare affinché il taglio dei vitalizi venga approvato e applicato sin da subito, anche per la legislatura in corso: i parlamentari devono essere trattati come tutti i cittadini normali, anche a loro deve essere applicata la legge Fornero.”

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui