Indovina indovinello con chi era a cena Renzi a una manciata di giorni dal referendum il 4 dicembre 2016?

0
1
cena-renzi
Pubblicità

“Indovina indovinello con chi era a cena Matteo Renzi a una manciata di ore dalla fine dell’anno e a una manciata di giorni dal referendum (perso amaramente) il 4 dicembre 2016? Sorpresa sorpresa, gli uscieri – grandi amici di Dagospia – mormorano che sia stato avvistato al tavolo di Vittorio Farina. Sì, proprio l’imprenditore arrestato ieri (14 settembre, ndr) con l’accusa di bancarotta aggravata.

Pubblicità

L’uomo, oggi in carcere, secondo il teorema accusatorio, avrebbe depauperato il patrimonio societario per oltre 50 milioni di euro. Quel che è interessante è che Vittorio Farina è il presidente del gruppo Dmail, che edita una miriade di testate locali. Lo stesso gruppo Dmail fondato da Adrio De Carolis, oggi a capo della Fondazione Eyu, del Partito Democratico, che di fatto ha in pancia il nuovo giornale dem “Democratica”.

Con Dmail De Carolis non c’entra più nulla perché le quote, appunto, finirono in mano a Farina. Secondo le fonti, Renzi e Farina si sarebbero incontrati a Ortisei, splendida perla nella provincia autonoma di Bolzano. Vittorio Farina era stato anche scelto, in un primo momento, per cercare di riaprire l’Unità. Il secondo intervenuto alla riapertura del giornale fondato da Gramsci, Guido Veneziani, il 21 luglio scorso è stato arrestato – indovina un po’ – per bancarotta fraudolenta. Due rifondatori dell’Unità, stessa ipotesi di reato. Le coincidenze nella vita esistono.”

Berto Evitandolo e Alberto Dandolo per Dagospia

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui