Ostia, Brunetta: ‘I grillini saranno sconfitti dalla loro stupidità e incapacità’

4
0
brunetta
Pubblicità

La sconfitta brucia.

Pubblicità

Il centrodestra non deve aver digerito il risultato elettorale di Ostia, dove i 5 Stelle hanno vinto con quasi 20 punti di scarto, confermandosi la prima forza politica del Paese. E confermando che ai ballottaggi gli italiani non hanno dubbi: il M5S batterebbe qualunque sfidante.

Per Renato Brunetta, esponente di punta di Forza Italia, questa vittoria pentastellata non significa niente: secondo l’ex ministro il M5S perderà comunque alle elezioni politiche del 2018 in quanto incapaci, arroganti e stupidi.

È quanto affermato da Brunetta nel corso della puntata odierna di Coffee Break:

“Vittoria del M5s a Ostia? I grillini saranno comunque sconfitti dal centrodestra alle elezioni politiche. Ma soprattutto saranno sconfitti da loro stessi, dalla loro incapacità, improntitudine, stupidità, arroganza, miopia”.

I grillini – ha continuato il deputato forzista – “non sono capaci di governare la Raggi lo sta dimostrando”.

La Raggi – ha aggiunto Brunetta – “sta dimostrando alla perfezione che i 5 Stelle non sanno governare ed evidentemente i cittadini di Ostia non frequentano la città”.

Brunetta deve però aver dimenticato che se oggi Roma si trova in questo stato la colpa non è del M5S, che ha iniziato ad amministrare neanche due anni fa.

A rovinare Roma ci hanno pensato le amministrazioni che si sono alternate in precedenza: piddini e centrodestra. E il risultato di Ostia è una conferma che, nonostante le fake news di giornali e tv sulla Raggi e i 5 Stelle, i cittadini hanno capito chi sta dalla loro parte.

Per Brunetta invece non è così: “Loro (i grillini, ndr) hanno il vantaggio essersi intestati la rappresentanza della protesta e del malessere, ma questo loro vantaggio andrà avanti finché la gente non si accorgerà che questa loro auto-intestazione è semplicemente un imbroglio”.

Brunetta ha criticato anche il Pd: “Mentre oggi la sinistra si sta parlando addosso, Berlusconi parla di cose concrete, come aumentare le pensioni minime. I conti io li ho fatti e di solito li faccio bene. Stare dalla parte dei pensionati, come Berlusconi, significa stare dalla parte della gente e non dalla parte delle pippe in politichese, come la sinistra, che, appunto, si fa le pippe con Falcone e Montanari. Renzi? Poveretto, non ha studiato, quindi non sa le cose, le ha solo orecchiate,” ha detto.

Pubblicità

4 Commenti

  1. Non ha promesso un milione di posti di lavoro?..il disco si è incantato…dal milione di lire ai pensionati quando vi era in corso la lira..ai mille euro…Ricorda il sig. Bonavventura..che staccava gli assegni da un milione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui