Bancarotta fraudolenta, la Guardia di Finanza sequestra 41 mln a Bigotti

0
0
guardia-di-finanza
Pubblicità

La Guardia di Finanza di Roma sequestrato preventivamente beni per un totale di 41 milioni di euro a due società riconducibili all’imprenditore Ezio Bigotti. La Gdf ha sequestrato un immobile a Milano e denaro per 39 milioni di euro.

Pubblicità

Bigotti è accusato di bancarotta fraudolenta e si trova ora ai domiciliari.

L’ANSA riporta che l’accusa nei confronti di Bigotti, già coinvolto nell’indagine Consip, riguarda l’insolvenza della società “Gefi Fiduciaria Romana Srl”.

Leggiamo su Repubblica:

“Il sequestro è stato disposto dal gip Daniela Caramico D’Auria su richiesta della Procura di Roma.”Le indagini del Gico – è detto in comunicato – hanno fatto emergere che Bigotti,dominus del Gruppo Sti, e Luciano Caruso, liquidatore della Gefi, il cui capitale sociale era interamente detenuto dalla Sti Spa, hanno occultato le scritture contabili al fine di ostacolare la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari della nominata Gefi, oggi in liquidazione coatta amministrativa”. La misura fa seguito all’ordinanza di custodia cautelare eseguita lo scorso 6 febbraio nei confronti, tra gli altri, di Bigotti e Caruso”.

Se volete approfondire, La Notizia Giornale ha ricostruito tutte le principali commesse assegnate al gruppo Sti, di proprietà di Bigotti: Leggi l’articolo…

Questo articolo del Sole24Ore racconta invece dei rapporti tra Bigotti e Denis Verdini.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui