La Verità: ‘I soci in affari dei genitori di Renzi patteggiano per bancarotta’

0
3
genitori-di-Renzi
Pubblicità

La settimana scorsa è uscita la notizia che i genitori di Renzi sono in attesa del rinvio a giudizio per la presunta emissione di fatture false.

Pubblicità

E’ invece di due giorni fa un’altra notizia sicuramente non piacevole per la famiglia dell’ex premier: nei prossimi giorni, spiega Giacomo Amadori su “La Verità”, Laura Bovoli, la madre dell’ex premier, che è presidente e amministratore della Eventi 6, la ditta di famiglia, potrebbe “ricevere un altro plico verde proveniente dalla Procura di Cuneo”.

Questo plico conterrebbe l’ avviso di chiusura indagini per il crac della ditta cuneese Direkta srl.

Leggiamo sempre su “La Verità”, quotidiano diretto da Maurizio Belpietro, che i soci in affari dei genitori di Renzi, che sono anch’essi indagati, sono già a processo ed è molto probabile che chiederanno al gup di patteggiare l’ accusa di bancarotta.

I due coindagati della madre di Renzi sono Mirko Provenzano ed Erika Conterno, imprenditori ed ex amici della famiglia Renzi.

Provenzano, scrive Amadori, dopo essere stato indagato è stato assunto in una coop legata ai Renzi ed è stato ospitato a Rignano sull’Arno, paese natale dell’ex segretario del Pd.

I suoi avvocati non hanno ancora deciso se chiedere il patteggiamento o il rito abbreviato per il loro assistito.

Prima di tutto Provenzano dovrà trovare un accordo su una transazione con il curatore fallimentare Alberto Peluttiero, che chiede 150.000 euro. Provenzano però dovrebbe riuscire a restituire poco più della metà e quindi “difficilmente la procedura si dichiarerà soddisfatta”.

L’altra ex socia, la Conterno, dovrebbe chiudere il procedimento per bancarotta patteggiando con la Procura per una pena di 1 anno e 8 mesi. Lei ha già restituito 40mila euro e quindi la sua posizione “si è alleggerita”.

Non si è ancora chiuso, invece, il capitolo giudiziario collegato ai reati fiscali riscontrati nell’ inchiesta. Se gli imputati pagheranno all’erario il dovuto, la vicenda si chiuderà in tempi brevi. Altrimenti si andrà verso il rito ordinario.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui