Colloquio tra Graviano e Fiammetta Borsellino, il boss: ‘Mio cugino frequentava Berlusconi’

0
15
Mio-cugino-frequentava-Berlusconi
Pubblicità

Mio cugino frequentava Berlusconi

Pubblicità

Il boss Giuseppe Graviano ha citato così il leader di Forza Italia nel suo colloquio con Fiammetta Borsellino.

La donna si è recata a fargli visita al carcere per parlare con lui e metterlo a conoscenza del dolore che ha provato per la morte di suo padre, anche se raccontare del suo lutto significava riaprire una ferita profonda.

Graviano, di fronte alla figlia del giudice, ha continuato a sostenere la sua innocenza con fermezza, dichiara infatti di essere vittima dei pentiti e, in riferimento alle voci secondo cui lui frequentava Berlusconi, afferma che in realtà era il cugino ad avere rapporti con l’ex premier.

Secondo Fiammetta Borsellino, il boss ha continuato a mentire, probabilmente perché è consapevole del fatto che le sue conversazioni possono essere intercettate, infatti i magistrati erano riusciti a sapere ciò che Graviano aveva detto nel 2016 ad Umberto Adinolfi. Al camorrista raccontava che a Milano faceva una bella vita e che si sentiva circondato da una copertura sicura, eppure con sua grande sorpresa, esattamente 24 anni fa nel 1994 lui e suo fratello, Filippo Graviano, furono arrestati per la direzione delle stragi del 1992 e del 1993 a Firenze e a Milano ma anche per le bombe messe nelle basiliche di Roma.

Inoltre era stata intercettata un’altra conversazione in cui Graviano ammetteva che Berlusconi gli aveva chiesto una cortesia, ma una volta interrogato dai pubblici ministeri durante il processo Stato-mafia, aveva preferito mettere a verbale che non se la sentiva di parlare a causa del suo stato di salute, infatti si era avvalso della facoltà di non rispondere, con la promessa che sarebbe stato lui a parlarne quando fosse stato pronto. Il legale di Silvio Berlusconi, Nicolò Ghedini, al contrario aveva affermato che le frasi di Graviano erano prive di fondamento.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui