Travaglio: ‘Sorpresa, non ho mai chiesto la prescrizione’

15
5
travaglio-prescrizione
Pubblicità

Marco Travaglio nel suo editoriale di oggi smentisce un articolo di Piero Sansonetti uscito su “Il Dubbio” domenica 25 novembre.

Pubblicità

Sansonetti sostiene che il direttore del Fatto Quotidiano in passato avrebbe chiesto la prescrizione:

“Ieri mi è capitata per le mani una vecchia sentenza della Corte di Cassazione che fa un lisciabbusso a Travaglio e ai suoi avvocati per aver presentato un ricorso manifestamente infondato contro una sentenza d’appello per diffamazione,” ha scritto il giornalista del Dubbio, che si è chiesto perché Travaglio avesse presentato quel ricorso

“L’obiettivo” prosegue l’articolo di Sansonetti “era evidente: quello di ottenere la prescrizione. La sentenza della Cassazione alla quale mi riferisco – che potete trovare online sul sito della Cassazione – è stata emessa dalla quinta sezione penale ed è la numero 14701 del 2014. Presidente Gennaro Marasca, relatore Paolo Micheli. La sentenza si legge nelle primissime righe riguarda il ricorso ‘proposto nell’interesse di Travaglio Marco, nato a Torino il 13 ottobre del 1964 e di Daniela Hamaui eccetera eccetera…’. La Hamaui era stata condannata per omesso controllo sull’articolo di Travaglio, visto che all’epoca era direttrice dell’Espresso, giornale sul quale scriveva Travaglio ( i direttori, per legge, rispondono di qualunque cosa venga scritta sul giornale del quale sono responsabili).Poche righe dopo questa intestazione, si legge questa frase: ‘Uditi per gli imputati ricorrenti gli avvocati Enrico Grosso e Mario Geraci, i quali hanno concluso chiedendo l’accoglimento del ricorso e l’annullamento della sentenza impugnata ( in subordine senza rinvio, per intervenuta prescrizione)'”.

Travaglio replica così:

“Sorpresa! Travaglio non ha mai chiesto la prescrizione: l’ha chiesta ‘in subordine’ all’assoluzione l’avvocato dell’Espresso in un processo dov’era imputato il collaboratore Travaglio con la direttrice Daniela Hamaui, e nemmeno quella volta è scattata la prescrizione. Invece, in un processo d’appello per un articolo del Fatto in cui stava per scattare la prescrizione, Travaglio – potendo quella volta decidere in proprio – vi ha rinunciato ed è stato assolto nel merito. Ritenta, Samsonite, sarai più fortunato.”

Pubblicità

15 Commenti

  1. L’unico vero Dubbio che rimane quindi è che Sansonetti si sia bevuto anche dell’altro prima di bersi la falsa notizia della prescrizione.

  2. Ma vedi… nei tribunali ultimamente ne capitano di tutti i colori al pluricondannato

    prima la condanna a sua insaputa contro Renzi sr
    ora i legali in sua difesa che richiedono a sua insaputa

    … un po’ lo Scajola del giornalismo italiano

    PS l’unico errore commesso da Sansonetti è che questa non era la prima storia travagliata di
    prescrizione.
    Già anni fa, grazie a qualche aiutino, si salvò in prescrizione (che ovviamente non rifiutò)

  3. Lo conosciamo bene il Sansoni
    te perché tutti questi pseudo protettori del popolo e delle classi sociali più deboli , proteggono solo alcune posizioni raggiunte raccontando miriadi di falsità, e il popolo ogni tanto abbocca.. Ho avuto il idispiacere di assistere ad un convegno a R.C. presso il salone della provincia , dove il relatore era un signore che saltellava da dx a sx secondo come soffiava il vento. Comunque la sua unica linea non è combattere la mala politica ma cercare di distruggere ciò che fi buono cercano di fare altri sia in campo politico che in quello giornalistico. In ogni caso non è un esempio da seguire come tanti altri che si definiscono giornalisti,( mi dispiace dirlo) ma secondo me cercano di “fare i giornalisti ” ed in realtà sono servitori senza livrea. Non si lamentino se poi vengono attaccati, ” a ca nisciunu è fesso” diceva Totò.

  4. Lo conosciamo bene il Sansoni
    te perché tutti questi pseudo protettori del popolo e delle classi sociali più deboli , proteggono solo alcune posizioni raggiunte raccontando miriadi di falsità, e il popolo ogni tanto abbocca.. Ho avuto il idispiacere di assistere ad un convegno a R.C. presso il salone della provincia , dove il relatore era un signore che saltellava da dx a sx secondo come soffiava il vento. Comunque la sua unica linea non è combattere la mala politica ma cercare di distruggere ciò che fi buono cercano di fare altri sia in campo politico che in quello giornalistico. In ogni caso non è un esempio da seguire come tanti altri che si definiscono giornalisti,( mi dispiace dirlo) ma secondo me cercano di “fare i giornalisti ” ed in realtà sono servitori senza livrea. Non si lamentino se poi vengono attaccati, ” a ca nisciunu è fesso” diceva Totò.

  5. Lo conosciamo bene il Sansonite
    perché tutti questi pseudo protettori del popolo e delle classi sociali più deboli , proteggono solo alcune posizioni raggiunte raccontando miriadi di falsità, e il popolo ogni tanto abbocca.. Ho avuto il idispiacere di assistere ad un convegno a R.C. presso il salone della provincia , dove il relatore era un signore che saltellava da dx a sx secondo come soffiava il vento. Comunque la sua unica linea non è combattere la mala politica ma cercare di distruggere ciò che di buono cercano di fare altri sia in campo politico che in quello giornalistico. In ogni caso non è un esempio da seguire come tanti altri che si definiscono giornalisti,( mi dispiace dirlo) ma secondo me cercano di “fare i giornalisti ” ed in realtà sono servitori senza livrea. Non si lamentino se poi vengono attaccati, ” a ca nisciunu è fesso” diceva Totò.

  6. Albatros
    Io non faccio il tifo per i giornalisti! Ogni giorno di più mi convincono che loro raccontano solo quello che al giornale di appartenenza conviene. Io li ho sempre considerati “SOFISTI.
    Sono tutti uguali devono servire il padrone . Auguri…..

  7. Il modo in cui Travaglio cerca di imbrogliare la gente è vergognoso!
    La prescrizione non si deve chiedere, alla prescrizione si deve RINUNCIARE e la rinuncia la deve fare l’imputato personalmente o un suo procuratore speciale.
    Pertanto Travaglio, sorridente in serena coerenza con i propri inflessibili principi, si sarebbe dovuto presentare davanti ai giudici e dichiarare che non avrebbe accettato un proscioglimento per ragioni diverse dal riconoscimento della sua innocenza perché la prescrizione, che pure gli sarebbe spettata, non era cosa per una persona come lui.
    Non solo ciò si è ben guardato di fare.ma gli avvocati,in sua rappresentaza processuale, hanno addirittura sollecitato la applicazione della prescrizione in caso di ritenuta conferma della sentenza di condanna!
    Che poi malgrado i suoi sforzi Travaglio non abbia potuto beneficiare della prescrizione, risiede solo nel fatto che la Corte ha ritenuto talmente infondati e meramente defatigatori i motivi di ricorso, da dichiarare il ricorso stesso inammissibile per MANIFESTA INFONDATEZZA il che non consentiva di rilevare e dichiarare cause di non punibilità quale la prescrizione, bensì portava alla condanna di Travaglio di una ammenda aggiuntiva di 1000 euro

    Sansonetti, che è persona seria, ha dunque assolutamente ragione e Travaglio avrebbe potuto una volta tanto stare almeno zitto

  8. ….preferisco le persone Serie, quindi …. Sansonetti! …. il Travaglio duro si rivela, sempre più, tanto fazioso quanto impuro!!!!!

  9. Travaglio con la sua dialettica è da sempre che gira e rigira frittate.Anche su questo argomento tenta di farci credere che la prescrizione vada chiesta,quando invece si propone la rinuncia. Un vero giornalaio.

  10. SIG. UMBERTO SPARANO QUESTO NON È UN SITO DI AVVOCATI. VADA NELLE AULE DI GIUSTIZIA DOVE LEI PUÒ MANIFESTARE LA SUA PREPARAZIONE.IL SIG. SANSONETTI NON È UNO STINCO DI SANTO. IL SIG. TRAVAGLIO E ‘UN ESSERE UMANO COME TUTTI NOI.LE DEBOLEZZE FANNO PARTE DELL’UOMO. A VOI DA FASTIDIO CHI DICE QUASI SEMPRE LA VERITÀ .NE VA DELLA SUA DEONTOLOGIA PROFESSIONALE.MA UNA VOLTA TRA GIORNALISTI CI SI AIUTAVA:CHE BEI TEMPI.

  11. A sentire Sansonetti o qualche azzeccagarbugli di questo blog Travaglio dovrebbe farsi condannare senza difendersi con tutti i mezzi che la Legge gli mette a disposizione solo per fare un favore ai suoi detrattori. Oppure anticipare la discussione parlamentare e la legge sulla prescrizione e sacrificarsi di conseguenza. Il problema di Sansonetti e di tutta la (ex) sinistra è dedicarsi con stizza all’attacco personale dei propri nemici mancando ormai totalmente una proposta politica degna di nota. A Sansonetti tutto ciò manca ormai da tempo.

  12. Un altro giornalista che si schiera nella lunghissima lista di giornalisti faziosi e di parte che riempiono il nostro paese ! Grande travaglio come sempre!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui