Nuovo attacco di Delrio: ‘Questo governo è nemico del lavoro, non fa una politica per introdurre al mercato del lavoro’

4
81
Delrio-pd

Ieri, a partire dalle 10.30, la Convenzione nazionale del Pd ha lavorato presso l’Hotel Ergife concludendo la prima fase del Congresso Nazionale, in quanto sono stati selezionati i primi tre candidati che affronteranno le primarie previste per il 3 marzo 2019.

I tre, scelti come candidati alla segreteria, sono Nicola Zingaretti con il 47,38 per cento dei consensi, Maurizio Martina con il 36,10 per cento e Roberto Giachetti con il 11,13 per cento.

La giornata è proseguita con l’intervento del capogruppo del Partito democratico alla Camera, Graziano Delrio il quale ha detto che “la povertà non si batte con i centri per l’impiego, questo governo ha un problema: è nemico del lavoro, non sta facendo una politica per introdurre al mercato del lavoro” e “invece di abbassare il cuneo fiscale hanno scelto di fare il reddito di cittadinanza”.

Sempre parlando dell’esecutivo giallo-verde, Delrio ha affermato che “da quando sono al governo, meno settantamila posti di lavoro: Di Maio deve imparare a contare. Il presidente del Consiglio ha detto in televisione che lui ha sbloccato la Tap, ha sbloccato il Terzo Valico e ha sbloccato il Brennero. Tap e Terzo Valico lo avevano bloccato loro, quindi non so di cosa parlino”.

E poi ha espresso la sua opinione in merito al Ministro dell’interno Matteo Salvini e al caso Diciotti: “voglio dire a Salvini: non scappare dal processo, nessuno vuole impedirti di fare le tue politiche, ma vogliamo impedirti di farle stando al di sopra della legge scritta, universale sui diritti umani”.

Dopo l’intervento di Delrio è stato previsto quello del capogruppo del Partito democratico al Senato Andrea Marcucci e infine quello del capogruppo del Partito democratico all’europarlamento Patrizia Toia.

C’è stata poi una tavola rotonda, moderata dalla giornalista Angela Mauro, tra il candidato dei Socialisti europei alla presidenza della Commissione Europea Frans Timmermans, ed Enrico Giovannini il fondatore e portavoce ASviS Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile.

Per concludere i lavori, sono intervenuti i tre candidati alle primarie, e a seguire un dibattito esteso anche agli altri candidati che non sono stati selezionati per le primarie ovvero Francesco Boccia, Maria Saladino e Dario Corallo.

4 COMMENTS

  1. Questa storia dell’elezione del segretario, che importa ormai davvero a pochi tranne forse I diretti interessati, fatta.a ridosso delle elezioni europee serve, come le primarie, unicamente a garantire una presenza asfissiante dei piddini in tv. Fingono di litigare come nelle trasmissioni tv per alzare l’audience.
    Sulle dichiarazioni dell’ex ministro renziano Del(i)rio occorre solo stendere un velo di pietà.

  2. Il primo e Zingaretti ma non per meriti suoi che non ha, solo perché è il fratello somigliante del.commissario Montalbano.

  3. Si è capito fin troppo bene che a Delirio non gli garba che i soldi vadano direttamente al popolo, lui vorrebbe darli ai suoi amici prenditori con la scusa di creare occupazione. Vecchia canzone.

  4. Franco sei un povero illuso ,per dare il reddito di cittadinanza ci vogliono soldi questo governo ne ha già regalati ,basta vedere lo spread ,la recensione è tutti i dati economici negativi ……. dove trovano i soldi ?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here