Matrimoni fittizi tra italiane e marocchini: due arresti a Malpensa

1
0
Matrimoni-fittizi
Pubblicità

Nel corso di un’indagine sul favoreggiamento all’immigrazione e alla permanenza clandestina di cittadini marocchini irregolari, si è scoperto di un possibile giro di matrimoni fittizi tra marocchini e italiane al fine di ottenere il permesso di soggiorno in Italia.

Pubblicità

La polizia di frontiera dell’aeroporto di Malpensa, ha eseguito l’arresto di un marocchino di 40 anni, O.M., e di una dipendente dell’aeroporto la quale è finita agli arresti domiciliari.

Si presume che i matrimoni combinati siano almeno quattro, i marocchini avevano la necessità di ottenere il permesso di soggiorno, mentre le spose erano donne in difficoltà dal punto di vista economico-familiare. Per quest’ultime, è stato notificato l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

L’indagine coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Busto Arsizio, Susanna Molteni, è iniziata a giugno 2018, quando nel piazzale aeromobili è stato fermato un marocchino senza documenti e biglietto aereo. Dai controlli più accurati, è emerso che l’uomo era arrivato da Casablanca (Marocco) ed era diretto a Mosca (Russia).

Il marocchino cercava di sfuggire ai controlli di frontiere per entrare illegalmente sul territorio nazionale, grazie all’aiuto di una dipendente aeroportuale la quale, utilizzando il proprio badge, lo aveva accompagnato nel piazzale.

L’uomo è stato mandato a Casablanca, mentre la donna che lavorava in una ditta di pulizie, è stata denunciata e il suo badge aeroportuale sospeso.

Successivamente è emerso che la donna era entrata in contatto con una connazionale di Milano per regolarizzare il soggiorno del fratello.

O.M., ha ottenuto un permesso di soggiorno per motivi familiari, con domicilio a Busto Arsizio. Era conosciuto perché in grado di organizzare questi matrimoni fittizi in cambio di un compenso che poteva andare dai 6.000 agli 11.000 euro.

Quattro i matrimoni che si presume abbia organizzato, mentre del quinto, che non è andato a buon fine per un disaccordo tra le parti, erano stati individuati i preparativi.

Pubblicità

1 commento

  1. L’acqua calda è stata già scoperta! Sono i comuni che devono controllare le veridicità dei matrimoni…dopodiché trasmettere in prefettura ,che il matrimonio è autentico al fine poi di ottenere i vari permessi..

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui