Fallimento coop: oltre i coniugi Renzi altri 3 indagati

0
62
Genitori-Renzi

La Marmodiv, insieme alla Delivery Service e alla Europe Service sono state oggetto di indagine nell’inchiesta che ha portato agli arresti domiciliari di Tiziano Renzi e la moglie Laura Bovoli per bancarotta fraudolenta.

Pare però che ci siano altri tre indagati, nell’inchiesta parallela, collegata al possibile fallimento della Marmodiv.

Questi 3 nuovi indagati nell’indagine collegata al caso della Marmodiv, vanno aggiunti alle quindici persone già indagate dalla Procura di Firenze per l’inchiesta sulle cooperative, in cui sono coinvolti Tiziano Renzi e la moglie Laura Bovoli, destinatari della misura cautelare.

Per la Marmodiv, avevano chiesto il fallimento il 4 settembre 2018, ed in seguito alle perquisizioni che furono fatte, il 31 gennaio 2019 la Procura chiese un’ultima consulenza tecnica d’ufficio sull’azienda, che ha determinato la scelta del gip di concedere gli arresti domiciliari ai genitori dell’ex premier.

Fu il pm Luca Turco, procuratore aggiunto, a chiedere il fallimento della Marmodiv dopo aver acquisito i documenti.

Secondo quanto si è potuto apprendere, il Tribunale fallimentare, prima di dare un giudizio sullo stato patrimoniale della società, ha richiesto una perizia sui conti: per l’accusa ci sono circa 300mila euro di debiti.

I nuovi tre indagati sono gli amministratori attuali della Marmodiv, ma se il Tribunale fallimentare dovesse dichiarare la bancarotta, la Procura di Firenze potrebbe coinvolgere anche i coniugi Renzi, come è stato per la Delivery Service e la Europe Service, visto che la Marmodiv aveva rapporti con Eventi 6.

L’udienza è stata fissata per marzo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here