Di Maio: ‘I fatti di Foligno e Borgetto devono farci riflettere’

0
0
Di-Maio
Pubblicità

“I fatti di Foligno e Borgetto, ai quali si aggiunge Isernia (gennaio scorso) e in passato altri ancora, purtroppo, sono di una gravità assoluta e devono farci riflettere”.

Pubblicità

Lo ha scritto su Facebook il vicepremier 5Stelle Luigi Di Maio.

“Maestri di scuole dell’infanzia e primaria che, in modi diversi, avrebbero maltrattato i propri alunni, alcuni persino affetti da disabilità. È sconvolgente, intollerabile,” ha osservato.

“Tutto questo” ha precisato il capo politico pentastellato “non ha nulla a che fare con il 99% dei maestri italiani, che ogni giorno svolgono con passione, dedizione e grande competenza il loro mestiere”.

“Una minuscola parte della categoria degli insegnanti non può produrre fango e gettarlo su tutto il resto. Ma queste persone ignobili che educano, invece, alla violenza e instillano l’odio e il razzismo nei più piccoli, non sono degne neanche di entrare in una scuola,” ha aggiunto.

“Queste persone non rappresentano le istituzioni scolastiche del nostro Paese e non dobbiamo avere paura di dirlo,” ha concluso Di Maio.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui