Vito Crimi: «A chi appartiene veramente Radio Radicale?»

4
13
Radio-radicale
Pubblicità

“Radio radicale: a chi appartiene veramente?”.

Pubblicità

Lo ha domandato il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria, Vito Crimi, in un post pubblicato sul suo profilo Facebook perché “negli ultimi giorni si parla tanto della ‘voce libera’ di Radio Radicale, che senza aiuti dello Stato rischierebbe di ‘spegnersi'”.

Ma, ha osservato Crimi, “dal 1994 ad oggi Radio Radicale ha percepito contributi pubblici per oltre 200 milioni di euro (14 milioni di euro l’anno). La radio fa capo alla società Centro di Produzione Spa”.

Le quote, ha fatto sapere, “sono così suddivise”:
– Associazione politica nazionale Lista Marco Pannella: 62,68 per cento;
– Lillo Spa: 25,00 per cento;
– Cecilia Maria Angioletti 6,17 per cento;
– Centro di Produzione Spa 6,15 per cento.

“Tra i soci in elenco desta interesse la partecipazione della società Lillo Spa, che ha sede a Gricignano di Aversa e ha un fatturato di 2,3 miliardi di euro” infatti si tratta, ha spiegato l’esponente pentastellato, “di una holding finanziaria attiva nel campo della grande distribuzione alimentare”.

“La Lillo Spa è di proprietà della famiglia Podini” e “nel consiglio d’amministrazione di Centro di Produzione Spa (l’emittente di Radio Radicale), Marco Podini e Maria Luisa Podini ricoprono la carica di consiglieri” ha aggiunto.

“Mi chiedo come mai una holding finanziaria della grande distribuzione sia titolare del 25 per cento di Radio Radicale” e “mi domando: come mai Radio Radicale teme di chiudere se ha un socio d’affari che vale oltre 2 miliardi di euro?” ha concluso.

Pubblicità

4 Commenti

  1. È davvero triste (e sconcertante) che l’on. Crimi si interessi di Radio Radicale in questi termini. Sì, la Radio è autenticamente una voce libera, quella dell’on. forse un po’ meno. Perché non si interroga con chi sta al governo? Hanno approvato per es. leggi allucinanti come quella sulla “legittima difesa”. E che dire dell’abbandono in mare di bambini e donne, che il governo di cui fa parte ne è protagonista, … e mi fermo qui per decenza.

  2. Penso che invece di farr domande doveva, già da 6 anni indsgare sulla cosa. E se la questione è chiara, informi e proceda, senza star lì a far domandine.
    Luca

  3. Anche io mi chiedo, dove sono i 49 milioni di euro di cui il responsabile sig. Salvini Matteo non ne fa cenno alcuno? Sig. Crimi, perché non indaga su questo anziché prendersela con Radio Radicale che ascolto da anni? Capisco che da fastidio perché è una radio libera e non solo, ma la legge è veramente uguale per tutti o “eccetto per qualcuno”?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui