Sondaggio Swg: la Lega cresce ma i suoi elettori vogliono il governo con il M5S

1
0
Pubblicità

Secondo il sondaggio elaborato da SWG per il tg La7 di Enrico Mentana, la Lega continua ad essere il primo partito passando dal 34,3 ottenuto alle Europee al 36,5 per cento.

Pubblicità

Aumenta quindi anche il distacco tra il partito di Matteo Salvini e il Partito Democratico che ha raggiunto il 23,5 per cento, uno 0,8 per cento in più in accordo con l’aumento dei consensi del 26 maggio.

Il Movimento 5 Stelle, non è sceso ulteriormente, anzi ha guadagnato quattro decimi attestandosi al 17,5 rispetto al 17,1 delle recenti elezioni.

In particolare, il sondaggio ha registrato la volontà degli elettori di Lega e Movimento 5 Stelle di continuare o meno con questo esecutivo giallo-verde. Tra i sostenitori della Lega, il 61 per cento approva il governo con il Movimento 5 Stelle, mentre il 39 per cento preferirebbe andare a nuove elezioni. Invece, tra gli elettori del Movimento 5 Stelle, solo il 23 per cento vorrebbe che l’esecutivo cadesse, infatti il restante 77 per cento ha votato a favore del governo con la Lega.

Per quanto riguarda gli altri partiti del centrodestra, Forza Italia di Silvio Berlusconi è passata dall’8,8 per cento delle europee al 6,9 per cento, perdendo quindi l’1,9 per cento dei consensi, invece Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni è passata dal 6,4 per cento al 6,6 per cento, quindi sta per raggiungere gli azzurri.

+Europa è calata ulteriormente di 0,4 punti percentuali rispetto alle elezioni, attestandosi al 2,7 per cento, Europa verde è cresciuta di tre decimi raggiungendo il 2,6 per cento, mentre La Sinistra è rimasta stabile all’1,7 per cento come alle elezioni europee.

Pubblicità

1 commento

  1. La Lega continua a crescere e i suoi elettori sono statisticamente soddisfatti del Governo con i 5S. Ci sarebbe da chiedersi perché dall’altra parte si fanno ogni giorno tante obiezioni all’alleanza di Governo con la Lega, l’unica possibile al momento è che già tanto cambiamento ha realizzato. “Tornare alle origini” sa tanto di alibi per preparare ad una alleanza col Pd permettendo così di far tornare il passato non le origini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui