Rifiuti, Calabrese (M5S): «Non è vero che la Regione Lazio ha fatto di tutto per aiutare Roma»

0
0
zingaretti-raggi
Pubblicità

Rifiuti, il consigliere M5S di Roma Capitale, Pietro Calabrese, replica al governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il quale ha dichiarato: “Una Regione non è obbligata a ospitare i rifiuti che vengono dalla Capitale, lo fa per senso di responsabilità …. c’è un tema di relazioni: ogni volta che c’è una richiesta tento di fare di tutto per siglare accordi con i territori, presidenti di Regione o amministrazioni comunali che comunque devono ricevere sul proprio territorio materiale trattato o non trattato che viene dalla Capitale” ha spiegato il governatore …. molto è determinato dall’approccio che si ha, dalla volontà di spiegare che si tratta di una cosa provvisoria. Ribadisco che la dimensione politica sta nella risoluzione del problema”

Pubblicità

«Se al Segretario del Pd Zingaretti sfugge che la Capitale ha l’immondizia a terra perché la Regione non ha impiantistica sufficiente ad assicurarne il trattamento, quindi anche a prevedere soluzioni immediate in caso di imprevisti come l’incendio avvenuto al Salario, non può certo sfuggire al Presidente della Regione Zingaretti, che dovrebbe sapere perfettamente quanto la gestione integrata e adeguata degli impianti in tutta la regione sia di sua esclusiva competenza,» risponde Calabrese su Facebook.

«Due anni fa in Toscana» ha proseguito l’esponente pentastellato «arrestano un po’ di persone e sequestrano impianti per il solito traffico illecito di rifiuti. L’area di Firenze Prato e Pistoia finisce subito con l’immondizia a terra. Il Pd inizia la guerra interna perché l’Ato Sud con Siena Arezzo e Grosseto non vogliono caricarsi del problema, e arriva il Presidente della Regione che mette tutto a posto. Chi ne paga le spese però è la Regione Liguria, che in assenza di impianti, e non potendo più portare i rifiuti in Toscana, si accorda e risolve tutto col Piemonte. Ne avete mai sentito parlare? Eppure hanno avuto rifiuti a terra, contrasti fra territori. Zero clamore, del resto mica si è trattato di Roma! Tutto è stato gestito fra Presidenti di Regione eh. Non è che ad esempio i Sindaci di Firenze o Genova si sono messi a pregare in ginocchio per essere aiutati. Ci hanno pensato i loro Presidenti, delle loro Regioni. Semplicemente perché rispettano le norme. Una roba del tutto normale».

«Tranne che nel Lazio, dove invece il nostro Presidente non solo si dimentica di amministrare e non aiuta proprio un bel niente, e di esempi ne avremmo a decine, ma ci prende anche per i fondelli: bisogna “spiegare che si tratta di una cosa provvisoria”. Intende rispetto al tempo necessario per la realizzazione degli impianti. Peccato che questi li autorizza la Regione (con tempistiche variabili), e dipendono dal Piano Rifiuti regionale, che guarda caso dopo la chiusura della discarica di Malagrotta (evento significativo occorso nel 2013) non è mai stato rivisto nonostante lo imponesse la Legge, ari guarda caso dagli stessi 6 anni in cui è Presidente di Regione. Piano Rifiuti adeguato che invece hanno le altre Regioni di cui sopra eh, compresi gli Ambiti Territoriali Ottimali, con cui possono pure stabilire le tariffe per il conferimento. Insomma, tutto l’opposto di Zingaretti. Perché lui ha un’altra “dimensione politica”, con cui ha gestito la “risoluzione del problema”,» ha concluso.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui