La Rai taglia Di Maio durante la diretta da Genova, Il vicepresidente della Commissione vigilanza Rai Primo Di Nicola: ‘Bastava chiedere scusa’

4
0
Pubblicità

“Caro Cdr di Rainews24, cara Usigrai, cari giornalisti della Rai, e così i rilievi che avrei mosso ieri sul cattivo servizio reso durante la diretta da Genova”.

Pubblicità

Lo ha affermato Primo Di Nicola, senatore del Movimento 5 Stelle, in un post pubblicato sul Blog delle Stelle, in cui ha denunciato quanto accaduto durante la diretta “nella quale è stato ‘tagliato’ (si fa per dire) il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio“.

“Mi sono sempre astenuto dall’intervenire sulle scelte giornalistiche e il taglio dei servizi delle vostre testate e rubriche” non “per disattenzione o disinteresse, ma per semplice rispetto della vostra autonomia professionale” per cui “se ho mosso i rilievi, l’ho fatto solo perché il servizio da voi reso ieri da Genova non è stato semplicemente all’altezza di quella ‘completezza informativa’ sbandierata nel Contratto di servizio (articolo 6) sottoscritto dalla Rai con il Ministero dello Sviluppo economico” ha spiegato il vicepresidente della Commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai.

È stata lesa “la corretta informazione alla quale gli utenti e i cittadini hanno diritto, non fosse altro per il ricco canone versato ogni anno per pagare anche i vostri stipendi” e “che le cose non siano correttamente andate non lo dice solo il sottoscritto, lo ammettete in fondo anche voi nel vostro comunicato, scrivendo che ‘a causa di problemi tecnici il segnale non è stato costante e la regia, per non interrompere la diretta, ha mandato in onda un’agenzia internazionale che non includeva il vicepremier Di Maio'” ha sottolineato.

“Sarebbe bastato chiedere scusa ‘agli interessati e ai lettori’ (in questo caso telespettatori) per il ‘disguido’, come normalmente si fa in ogni giornale quando si ha voglia di rispettare le minime regole deontologiche e chiudere lì la cosa” invece “vedo che preferite nascondere la testa sotto la sabbia lanciando accuse e offese che, almeno per il sottoscritto, non vi sono consentite” soprattutto “se provate a minimizzare scrivendo, dopo le invettive sparse a piene mani tramite comunicato, che ‘come si può facilmente comprendere si è trattato di una semplice scelta tecnica’” ha aggiunto Di Nicola.

“Non avete affatto reso onore al servizio pubblico e neanche al corretto giornalismo che il MoVimento e il sottoscritto pretendono. Anzitutto per quello che avete trasmesso – anzi, non avete trasmesso – e poi perché davanti all’errore che ammettete (scelta tecnica?) preferite scaricare la colpa non si si capisce bene su chi” ha scritto ancora.

Pubblicità

4 Commenti

  1. RaiNews24? L’unica soluzione è mandare in pensione Di Bella, il direttore con la bretella. Non mi pare una mission impossible.

  2. SONO SOLO DEI CIALTRONI RACCOMANDATI QUELLI DI RAINEWS.MA SERVIZIO PUBBLICO DE CHE .AVETE FATTO UNA FIGURA DI MERDA. CHISSA PERCHÉ SEMPRE CON I 5 STELLE SBAGLIATE.

  3. NUOVE REGOLE ASSEGNARE LA DIREZIONE DELLE TELEVISIONI DI STATO.
    PRIMO CANALE RAI al primo partito eletto.
    SECONDO CANALE RAI al secondo partito eletto
    TERZO CANALE RAI al terzo partito eletto.
    Quanto percepisce attualmente il direttore generale RAI, dovrà essere suddiviso in tre stipendi uguali.
    Si vedrà cosi chi farà cronaca onesta e corretta e NON PER PARTITO PRESO.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui