Nugnes, benedetta da Fico, e Fattori: beniamine con Carola Rackete del PD e dei giornaloni

5
1
nugnes-fattori-rackete-pd
Pubblicità

La voglia sfrenata di protagonismo, il volersi mettere a tutti i costi al centro dell’attenzione, il mettere il proprio ‘IO’, con un ego esorbitante, prima di tutto e di tutti, il rifiutare apertamente e arrogantemente il ‘noi’ della comunità politica cui dice di voler appartenere, sono i caratteri distintivi della carta di identità politica e mediatica della senatrice Paola Nugnes.

Pubblicità

Nel mentre che si appella alle regole democratiche, lei è la prima che le infrange.

Il non detto del suo agitarsi mediatico è presto detto: gli iscritti del Movimento 5 Stelle e quelli che essi hanno designato alla guida politica non capiscono nulla, perché l’unica a capire sono IO e dovete fare come dico IO.

Fosse almeno chiaro innanzitutto a lei cosa avesse in testa e poi avesse la bontà di farlo capire a noi comuni mortali che ci vorrebbe stare a pendere dalle sue labbra in adorante attesa di ciò che esce dalla sua aristocratica bocca!

Ma la schifata senatrice della plebe 5Stelle non si cura né di avere chiaro per se stessa che idee ha e tanto meno si perita di renderle chiare a chi la ascolta.

Non ritiene di dover perdere tempo con una massa di ignoranti che non sanno neanche scrivere in italiano e che affollano i social.

Invece ha le idee chiare su chi combattere e anche su chi scegliere come alleati.

L’oggetto principale del suo odio è il Movimento 5 Stelle che non è quello che vorrebbe lei e che decide come lei non vorrebbe.

Gli alleati per questa sua guerra santa anti 5Stelle sono i giornaloni, PD e FI che gongolano ogni volta che apre bocca e che fanno da megafono per le sue parole sconclusionate.

La senatrice Nugnes dice di essere nel M5S da più di dieci anni.

Bene.

Perché non si presenta a chi l’ha eletta e racconti a costoro perché se ne va al Gruppo Misto, a stipendio pieno, anziché dimettersi?

Vada a racontare a quella che ritiene essere la plebaglia 5Stelle, di cui penso che abbia profondo disprezzo, e che le ha dato i voti per portarla al Senato della Repubblica, le sue idee politiche che l’hanno portata ad ‘aver votato in contrasto al gruppo 131 volte… il voto contrario alla fiducia al Governo presieduto da un Presidente del Consiglio dei Ministri espressione del MoVimento 5 Stelle, in violazione dell’art. 3 del Codice Etico’.

E sappia spiegare anche le ragioni che la spingono, come ha ripetutamente affermato, a votare contro il provvedimento per tagliare il numero dei parlamentari, essendo che da sempre è una battaglia storica dei 5Stelle la riduzione del numero dei parlamentari, che significa abbassare i costi della politica a carico dei cittadini.

Saprà compiere questo primo dovere democratico, quello cioè di presentarsi da coloro che la hanno eletta?

Essi non l’hanno votata per rappresentare se stessa, non le hanno dato una delega in bianco per fare quello che le pare e piace, ma l’hanno eletta per rappresentarli e portare avanti il programma dei 5 Stelle con il simbolo dei quali si è presentata.

La senatrice Nugnes ha fatto esattamente il contrario, il suo comportamento è stato in totale contrasto con gli impegni che ha assunto con i suoi elettori.

Chieda ai suoi elettori se sono d’accordo con lei.

Da una persona seria è il minimo di cui ci si potrebbe aspettare.

Avrà questa serietà la senatrice Nugnes?

Stupisce non poco che il Presidente 5Stelle della Camera Roberto Fico contesti la decisione del Movimento che lo ha indicato a quel ruolo di terza carica dello Stato e che ha convinto la Lega a votarlo.

Fico infatti ha dichiarato: “Nugnes farà sempre parte del M5S… Se il movimento è qui oggi lo si deve anche al tassello messo da Paola…”.

É forse convinto che sia Paola Nugnes ad aver guidato il Movimento 5Stelle a prendere il 33% alle elezioni politiche del 4 marzo dello scorso anno, risultato che ha consentito anche a lui di essere Presidente della Camera dei Deputati?

Chiediamo a Roberto Fico come farebbe a presiedere la Camera dei Deputati senza regole, come farebbe a guidare l’assemblea parlamentare senza far rispettare le regole che si è data.

Perché si oppone ad applicare anche al Movimento 5 Stelle le basilari regole della democrazia è quindi un mistero.

Peraltro ogni volta che esprime un pensiero politico si fa molta fatica a capirlo.

Non è mai esplicito, ma contorto, criptico, e alcune volte pure fumoso.

In questo ultimo caso dell’endorsement alla Nugnes è chiaro esclusivamente il suo parere per cui il Movimento deve stare senza regole e vivere in una sorta di anarchia che lo porterebbe a una completa paralisi politica.

É questo che vuole il Presidente 5Stelle della Camera dei Deputati?

In attesa di avere lumi, assistiamo allo spettacolo della esaltazione da parte del PD e giornaloni delle loro nuove eroine: la tedesca Carola Rackete, che non è riuscita per miracolo a schiacciare una vedetta militare italiana a Lampedusa, la senatrice Paola Nugnes elevata a Giovanna D’Arco anti 5 Stelle. Senza dimenticare la senatrice Elena Fattori, la beniamina del PD, di FI, e di FdI e della portavoce di Soros in Italia, Emma Bonino, per la sua ‘battaglia’ per dare i soldi degli italiani a Radio radicale, naturalmente contro il parere del Movimento cui dice di voler appartenere.
Invitiamo anche lei a presentarsi ai suoi elettori per chiedere cosa ne pensano delle sue performance anti 5Stelle, generosamente riprese dalla sua stampa amica, a partire dal gruppo editoriale di De Benedetti che ospita il suo blog.

E chieda anche ai suoi elettori cosa pensano della sua idilliaca intesa con i peggiori nemici dei 5 Stelle.

A quando la prossima uscita della senatrice Elena Fattori contro il Movimento cui appartiene?

Sarà divulgata in tutto l’orbe terraqueo dai suoi amici mediatici, che, incidentalmente, sono anche quelli che vorrebbero la piena distruzione dei 5Stelle.

Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei.

Pubblicità

5 Commenti

  1. Caro orfini , mi convinco sempre dipiù che per essere apprezzat da voi pidioti ,biogna essere dei veri criminali !! Io vi valuto cosi !!

  2. Infelice il mondo che ha bisogno degli eroi. E poi, diciamocelo, lo stipendio pieno è meglio, specie per chi sa che non potrà ricandidarsi. Fico, Fico, Fico

  3. QUANDO SI VIENE HA MANCARE NEI PROPRI DOVERI ASSUNTI CON UN MOVIMENTO C’E POCO DA COMMENTARE. ESSERE CONSIDERATI IGNORANTI NON È UN FALLIMENTO MA UNA CONQUISTA PER MIGLIORARSI NELLE CONOSCENZE. I TRE MOSCHETTIERI DEI 5S LI CONSIDERO NON IGNORANTI MA CATTIVE PERSONE CHE HANNO DELUSO IL POPOLO 5S.PAZIENZA ANDREMO AVANTI LO STESSO SENZA DI LORO.

  4. Ogni occasione è buona per dare contro il PD, vero grillini, o griliioti x usare il vostro linguaggio..? Cosa c’ enta il PD con le vostre beghe interne? O cosa c’entra la Rackete? Quando non si hanno argomenti validi, si ricorre al “minestrone”… Qualcuna delle verdure ci azzecchera’…! Che pochezza!!

  5. CARO PIDIOTA GERARDO COME FAI HA DIFENDERE UN PARTITO COSÌ. MA SEI ITALIANO!POI CHI TI MA CHIESTO DI VOTARE PER I GRILLINI:OGNUÑO VOTA PER CHI VUOLE.HA NOI PIACE L’ONESTA A TE NON LO SO.VEDI CHE NOI HA DIFFERENZA VS CRITICHIAMO CHI SBAGLIA E CHI RUBA VOI NO.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui