Air Force Renzi, Etihad: ‘Alitalia ci deve ancora 75 milioni di dollari’

2
0
air-force-renzi
Pubblicità

“Il valore totale di 75 milioni di dollari dei pagamenti dovuti da Alitalia a Etihad per la durata dell’accordo rappresenta una frazione dei 168 milioni di dollari oggetto di speculazioni sui media. Il tentativo di Alitalia di terminare l’accordo vincolante con Etihad non ha validità”.

Pubblicità

Così un portavoce della compagnia degli Emirati Arabi, dando per la prima volta la sua versione dei fatti sul contratto di leasing, ha spiegato che “Alitalia resta vincolata alle condizioni concordate al momento della firma del contratto. Pertanto, Etihad ha deciso di portare Alitalia in tribunale al fine di ottenere un risarcimento dei danni subiti a causa della violazione del contratto”.

Il contratto, della durata di otto anni, è stato siglato nel 2016 dalla compagnia, allora socia al 49 per cento di Alitalia, durante il governo di Matteo Renzi per un Airbus a uso esclusivo della presidenza del Consiglio. Il contratto è stato poi rescisso ad agosto dello scorso anno durante il primo esecutivo di Giuseppe Conte e con Alitalia nel frattempo commissariata.

“Etihad Airways – ha proseguito il portavoce – ha stipulato in buona fede un contratto di leasing vincolante con Alitalia. Tuttavia la compagnia aerea italiana, apparentemente per volontà del Governo Italiano, ha cercato di recedere anticipatamente da tale contratto. Il contratto di leasing dell’Airbus A340 è stato stipulato su richiesta del Governo Italiano. Alitalia è stata inclusa nell’operazione e ne ha tratto beneficio dal punto di vista economico grazie alla fornitura di servizi aggiuntivi, semplicemente perché il Ministero della Difesa italiano, in qualità di operatore dell’aeromobile, aveva richiesto che la controparte dell’accordo fosse una società italiana”.

Etihad, ha aggiunto, “ha acquistato l’aeromobile direttamente da Airbus attraverso un finanziamento stipulato con parti terze, garantito da ipoteca sull’aeromobile stesso. Per evitare che l’aereo della Presidenza del Consiglio incorresse nel rischio di riappropriazione da parte dei soggetti finanziatori, il Ministero della Difesa italiano aveva deciso di non siglare un accordo che prevedesse un’ipoteca sull’aeromobile. Si è quindi concordato un pagamento anticipato del leasing, pari a 25 milioni di dollari, in modo da consentire a Etihad di estinguere il debito residuo e liberare l’aeromobile da incombenze. Tale importo è stato poi detratto dai successivi canoni di leasing”.

Pubblicità

2 Commenti

  1. Renzi ci farà spendere più per il suo aereo di rappresentanza del risparmio che deriverà dal taglio di un’altra rappresentanza, quella popolare dei parlamentari.
    Renzi vuol tagliare le spese della rappresentanza popolare non della sua.

  2. Ok pactasunt servanda ..MA PAGHIAMO ETHIAD CON LE RISORSE UMANE CHE SONO ARRIVATE QUI DA NOI DA CASA LORO! ….COSI PPSSONO LASCIARE QURSTO PAESE OSTILE…E TORNARE VICINO ALLA MECCA! IN PATRIA CON VELI E CHADOR A PIACIMENTO! SE POI OCCORRESSE CON LA STESSA MONETA….SI POTREBBE ANCHE PAGARE UM BONUS SIPLETTIVO EXTRA!
    CIAO BEPPE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui