Travaglio su Renzi e Salvini: ‘Ne hanno fatto troppe perché la gente se le ricordi tutte’

0
0
Pubblicità

“Fra le analogie che accomunano i due Mattei, ce n’è una che li accomuna a Berlusconi: ne hanno fatte troppe perché la gente se le ricordi tutte. E, visto che è impossibile ricordarle tutte, non ne ricorda nemmeno una”.

Pubblicità

Esordisce così Marco Travaglio nel suo editoriale di oggi intitolato ‘Il caso Mattei’.

Il giornalista si lancia all’attacco dei due leader politici “pompati”, a suo dire, “dai giornaloni” come “salvatori della Patria”.

Travaglio elenca le recenti gesta di codesti “salvatori della patria”, e invita i “fortunati intervistatori” dei due politici a formulare alcune domande.

Secondo Travaglio, tali ‘fortunati intervistatori” dovrebbero chiedere a Matteo Renzi “qualcosina sull’Air Force Renzi”, tipo “spiegare i dettagli di quell’affarone, capolavoro ineguagliabile di buona amministrazione”.

Mentre a Matteo Salvini, viste le recenti gesta di alcuni suoi collaboratori nel caso Metropol e del caso Siri-Arata, dovrebbero chiedere il “perché non riesca a nominare una persona perbene” e al contempo vorrebbe sapere come faccia ad avere un tale “fiuto nel selezionare sempre il peggio”.

Travaglio conclude con l’ultimo paradosso dei due Mattei che “intimano quotidianamente alla Raggi, pericolosa incensurata, di dimettersi da sindaca di Roma. E lasciano intendere di avere pronto il salvatore della Capitale. Che, visti i precedenti dei due Mattei, potrebbe presto rimpiangere i Lanzichenecchi”.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui