Il Riformista torna in edicola, il finanziatore è Alfredo Romeo imputato nel caso Consip. Tra le firme di punta Maria Elena Boschi e Fausto Bertinotti

0
14
Pubblicità

“Ci sono un giornalista ex comunista e una deputata di Forza Italia che insieme dirigeranno un giornale la cui testata è scomparsa dalle edicole sette anni fa, edito da un imprenditore a processo per corruzione in un’ inchiesta sugli appalti pubblici”.

Pubblicità

Il giornalista del Fatto Quotidiano Tommaso Rodano racconta così la rinascita della rivista “Il Riformista”, che tornerà in edicola il prossimo 29 Ottobre.

Il quotidiano sarà diretto da Piero Sansonetti (ex Unità, ex Liberazione, ex Il Dubbio) e da Deborah Bergamini (ex portavoce di Silvio Berlusconi). Tra le sue firme ci saranno Maria Elena Boschi, Fabrizio Cicchitto, Fausto Bertinotti, Paolo Guzzanti e Tiziana Maiolo.

Il grande finanziatore è Alfredo Romeo, imprenditore casertano imputato nel processo Consip insieme a Luca Lotti e Tiziano Renzi.

Il condirettore Sansonetti ha dichiarato: “Sarà un giornale con una fortissima linea politica, basata sulle idee libertarie e garantiste”.

La prima pagina della prima uscita del quotidiano mette in mostra il seguente titolo, immagine della linea politica del partito: “Ergastolo addio, l’Europa civilizza l’Italia”. Il direttore aggiunge: “Faremo battaglie furiose su questi temi. Noi non siamo contro il carcere agli evasori: vogliamo proprio l’ abolizione del carcere!”.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui