Cinque Stelle: tornare all’origine di un sogno. La fine della ‘politica cromatica’: l’unico colore è il giallo

5
0
m5s
Pubblicità

Il M5S è una “struttura politica” (usiamo per ora questo termine neutro) diversa.

Pubblicità

Certo, in un mondo in cui tutti si dicono “diversi” parrebbe l’ennesimo tentativo di auto-elogio, di differenziazione, di distinguo, ma così non è.

E per dimostrarlo bastano gli strumenti di quella che Kant chiamava Ragion Critica e cioè l’analisi della realtà fattuale.

Il Movimento è diverso, nel bene e nel male e rappresenta comunque un concetto che è un antico abitatore dei mondi della politica fin dalla antica Grecia: il “veramente nuovo” da contrapporsi, naturalmente, al “falsamente nuovo” di cui tutti si ammantano.

Questo i critici, i media, i soloni, i giornalisti non capiscono perché immersi nella mediocrità del compromesso continuo.

Il M5S nasce, tramite la visione devastante di Beppe Grillo ed apocalittica di Gianroberto Casaleggio, per cambiare il mondo della politica non solo a livello nazionale ma a livello planetario. Per questo è ecumenico, nel senso cattolico del termine.

Nasce dalla indignazione popolare sull’onda di Mani Pulite ed inizialmente, dal 2004 al 2006, Casaleggio lavora con De Pietro ed Italia dei Valori e poi incontra Grillo.

Ma l’idea di base è quella della protesta di Grillo unita alla visione tecnologia di Casaleggio. La Rete, entità catartica ed omnicomprensiva, luogo di democrazia diretta e di riappropriazione da parte del popolo del suo potere.

Ambientalismo intelligente e tecnologico, critiche di buon senso, insofferenza alla umidità dell’aria e al clima mefitico degli accordi e delle mediazioni: queste le basi del Movimento e questo il sale del suo successo. Diversità diversità, diversità, per dirla alla Francesco Saverio Borrelli.

Per questo l’ultima legge elettorale partorita dal Potere è stata devastante: costringe infatti il Movimento a fare accordi e cioè a rinunciare alla sua innocenza, alla sua purezza ideologica e, in definitiva, al motivo stesso della sua esistenza.

Per questo la “politica cromatica” è stata perdente nelle obbligate declinazioni verde e rossa.

Il Movimento è giallo e basta. Sono le sue Cinque Stelle del colore dell’oro e del sole a guidare il suo popolo: tutto il resto è artefatto e posticcio.

Per questo ha bene detto Luigi Di Maio: il M5S deve starsene da solo e ogni volta che fa accordi si contamina e perde la sua magia.

Pubblicità

5 Commenti

  1. Se vuole tornare alla purezza delle origini, il movimento deve lasciare la politica delle poltrone (corruttiva per definizione) e dedicarsi solo a azione di appoggio o opposizione dentro il parlamento, evitando di entrare in qualsivoglia forma di governo.

  2. Il punto è che il M5S si è alleato con il partito che persegue la “dittatura finanziaria, globalista, eurocratica, immigrazionista, multiculturalista, islamofila, omosessualista”. Questo partito che in tutto il mondo è il partito del Politicamente corretto, in Italia si chiama PD (Lo so che nel M5S ci sono due correnti: quella che fa capo a Fico (praticamente Leu) e quella che fa capo a Paragone (praticamente Lega), in cui c’è anche Di Maio).

  3. Lucio hai ragione:il m5s ha fatto KARAKIRI. La storia insegna che i veri uomini lottano fino alla fine indipendentemente dalla legge elettorale. Meglio non governare con certa gente perché si perde credibilità.

  4. Tutti possono sbagliare ed il m5s ha fatto l’errore di mettersi con gli imbroglioni. Il tempo darà ragione all’onestà. Di fatto a parte qualche infiltrato mandato subito fuori dal m5s l’onestà regna sovrana. Scusate se ripeto per mia convinzione sempre la stessa parola(onestà)cosa a cui io credo molto.Tutta la vecchia politica mi fa solo schifo e credo ancora nel m5s lontano dagli affaristi e vicino al popolo italiano bisognoso di aiuto contro l’Ue ed i sistemi di usurai della finanza mondiale, senza contare degli italiani che remano contro noi stessi italiani(sopratutto politici ,giornalisti e imbecilli che botano sempre gli stessi ladroni).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui