Otto e Mezzo, Travaglio smaschera ArcelorMittal e attacca la stampa italiana: ‘Racconta favole’

6
0
Pubblicità

“Penso che ieri e oggi la stampa italiana abbia dato prova orripilante di che cos’è la libertà di informazione in Italia. Incredibile che si dia la colpa a quelli che hanno tolto lo scudo penale a questi signori anziché a coloro che hanno fatto dodici decreti salva Ilva per sottrarre dall’azione della magistratura tre gestioni di una fabbrica inquinante, avvelenatrice e omicida nel corso degli ultimi sette anni. Ma stiamo scherzando? L’intera stampa italiana sta raccontando una favola”.

Pubblicità

Lo ha detto il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio nel corso della trasmissione Otto e Mezzo condotta da Lilli Gruber.

“Lo scudo è una balla – sostiene Travaglio -, è l’ultima scusa che trova ArcelorMittal per chiudere un’azienda che aveva già deciso di chiudere nel momento stesso in cui la presa”.

Secondo Travaglio, il colosso indiano con sede a Lussemburgo “ha preso l’Ilva solo per sottrarla ai concorrenti – visto che è monopolista a livello europeo dell’acciaio – e per prendersi il loro portafoglio clienti”.

Pubblicità

6 Commenti

  1. Analisi giudiziaria e datata. E soprattutto nessuna proposta operativa tranne ovviamente che le manette anche per ArcelorMittal, per non farli scappare dall’Italia. È l’unica cosa che a Travaglio riesce bene.
    Epico lo scontro, perso malamente, con Giannini.

  2. Marco TRAVAGLIO non c’è niente da fare.L’italia è stata distrutta dai vecchi partiti.Io speravo nei nuovi(m5s),purtroppo i vecchi li hanno mangiati. Poi per i giornali stendiamo un velo pietoso.

  3. Come ha detto Massimo Giannini durante la trasmissione OttoeMezzo la preoccupazione di Travaglio non è tanto quella di attaccare ArcelorMittal ma quella di difendere la posizione del governo Conte, il suo prodotto.

  4. Travaglio,contrariamente a tutti gli altri,dice la sua,la stampa italiana unita con le sue numerose trombe fa’ molto tumore,io ascolto il resto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui