M5S: «Nel 2003 Berlusconi, Zaia e Galan fecero finta di inaugurare il MOSE. Oggi Venezia è sott’acqua»

2
2
Pubblicità

Maggio 2003: con una cerimonia a cui presenziarono Silvio Berlusconi e Giancarlo Galan (Forza Italia), allora rispettivamente presidente del Consiglio e presidente del Veneto, e Luca Zaia (Lega), attuale presidente del Veneto, iniziarono i lavori per la costruzione del MOSE. La fine dei lavori era prevista per il 2014.

Pubblicità

Novembre 2019: l’Italia ha speso 7 miliardi di soldi pubblici e l’opera non è ancora completata. Nel frattempo ci sono stati 35 arresti e oltre 100 indagati tra politici e funzionari pubblici per reati come fondi neri, tangenti e false fatturazioni. Giancarlo Galan – sostenuto da Lega e Forza Italia – per quei reati ha patteggiato 2 anni e 10 mesi per corruzione continuata.

Nello scandalo MOSE il “buon governo” del centrodestra ci sta dentro fino al collo.

Pubblicità

2 Commenti

  1. Il governo di centrodestra (passato) ci starà pure dentro fino al collo ma mi pare che anche l’attuale governo ci si voglia buttare con tutt’e due i piedi. Riproponendo il completamento del Mose.

  2. Franco, ormai il Mose è completato al 90%, fermarsi dopo 7 miliardi spesi e vent’anni di lavori, è da irresponsabili. Tantovale finirlo e capire se il Mose può funzionare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui