Sondaggio: gli elettori di M5S e Lega vogliono nazionalizzare l’Ilva

1
0
Pubblicità

La vicenda dell’Ilva è emblematica in sé e non solo per la vicenda particolare.

Pubblicità

La vicenda dell’Ilva ci narra dei disastri prodotti dalla globalizzazione selvaggia, quella che ha tolto diritti e sogni agli europei per proiettarli in luoghi lontani in cui gli operai e i lavoratori non hanno diritti e vengono pagati pochi euro.

Questo il grande inganno della globalizzazione che ha impoverito e distrutto le classi produttivi occidentali.

Detto questo un sondaggio di Pagnoncelli per il Corriere della Sera ci restituisce una immagine che fa luce su come la pensano gli elettori su questioni dirimenti l’economia pubblica.

Il 44% degli elettori del M5S e il 41% di quelli della Lega è per una “nazionalizzazione temporanea” della società, mentre la percentuale più bassa è proprio per gli elettori del Pd al 32%.

La cosa è interessante perché dà ragione a chi pensa che il Pd sia “il partito della globalizzazione” e della finanza mondiale che di fatto lascia solo al mercato e non alla politica la guida dello Stato.

Il primato della politica dovrebbe invece essere la guida etica, la stella polare, di chi guida una società.

Pubblicità

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui