Castaldo (M5S): «La stampa estera esalta Gratteri. I giornali italiani restano in silenzio»

1
12
Pubblicità

«Dove sono i giornali italiani? Mentre leggevo i quotidiani esteri, sono incappato in un articolo del quotidiano francese Le Figaro: si parla dello storico blitz antimafia condotto da Nicola Gratteri e portato a termine brillantemente, la scorsa settimana, col supporto dell’arma dei carabinieri».

Pubblicità

È quanto si legge in un post sulla pagina Facebook dell’europarlamentare 5Stelle e vicepresidente dell’Europarlamento, Fabio Massimo Castaldo.

«I giornali stranieri, come potete constatare coi vostri occhi, hanno dato giustamente risalto a questa straordinaria notizia: un’operazione del genere è un colpo durissimo al cuore della Ndrangheta, una delle organizzazioni criminali più pericolose al Mondo,» ha fatto notare l’esponente pentastellato.

«Mi preme invece sottolineare come purtroppo sui nostri quotidiani nazionali, salvo rare e lodevoli eccezioni, la notizia non abbia trovato il giusto spazio. Penso sia più che lecito domandarsi come mai sia stato dato risalto ad altre informazioni, quando invece ci sono persone che hanno rischiato la propria incolumità per condurre un intervento così delicato,» ha osservato Castaldo.

«Sfortunatamente c’è anche dell’altro su cui soffermarsi: perché diverse personalità del mondo politico, giuridico e giornalistico, continuano ad attaccare Gratteri anziché essergli riconoscenti?» si è chiesto l’eurodeputato.

«Mi sembra un paradosso: invece che proteggere un servitore dello Stato, che riceve quasi quotidianamente intimidazioni da parte della criminalità organizzata, lo si attacca e lo si denigra? Torno a ripeterlo sempre più convintamente: io sto con Nicola Gratteri e con le nostre forze dell’ordine,» ha concluso.

Pubblicità

1 commento

  1. Si ma se anche il Procuratore Generale di Catanzaro Lupacchini ha definito quelle di Gratteri “inchieste evanescenti” qualche domanda bisogna farsela o no? Non ci si può limitare a definirli “attacchi” e basta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui