Sardine, Travaglio: «Non so quanto dureranno»

5
0
Pubblicità

«Io non lo so quanto dureranno. Può darsi che sia una moda passeggera, come invece può darsi che questo movimento poi si radichi».

Pubblicità

Così Marco Travaglio sulle Sardine, intervenendo in collegamento con “Otto e Mezzo”, programma condotto da Lilli Gruber su La7.

«Ne abbiamo visto molti di movimenti che hanno svolto un ottimo ruolo per qualche mese e poi si sono dispersi. Dipenderà molto da quello che succederà nella politica nazionale. Perché le sardine non sono la causa di nulla, sono un sintomo di un vuoto. E quindi fino a quando quel vuoto non verrà riempito probabilmente continueranno a galoppare nelle piazze».

«Dipende molto» ha continuato Travaglio «da quello che succederà da un lato nel centrosinistra e dall’altro nei 5Stelle. Perché è evidente che ci sono milioni di elettori che non passeranno mai con il centrodestra e magari alle ultime elezioni si sono astenuti. Sono milioni di persone che avevano votato 5Stelle o centrosinistra e non si riconoscono più».

«Tra gli astenuti ci sono molti più 5Stelle perché il centrosinistra tutto sommato il suo zoccoletto duro del 18-20 per cento ce l’ha sempre. Poi è molto organizzato sui territori e ha anche una rete di potere che è in grado di trasmettere l’input di andare a votare».

«I 5Stelle sono un’incognita. Si dovrà vedere all’inizio di quest’anno: ci dovrebbero essere questi fantomatici Stati Generali che sono stati annunciati per trovare un nuovo programma con delle nuove parole d’ordine che diano un senso a un movimento che nonostante tutti gli errori che ha fatto comunque è riuscito a portare a casa tutta una serie di sue battaglie e quindi deve invertarsene altre se vuole proseguire».

Pubblicità

5 Commenti

  1. Travaglio non accetterà mai di guardare i fatti della realtà che non gli garbano: c’è stato solo un travaso di voti dai 5S alla Lega, uno scambio dal 33% al 17% e viceversa. Più chiaro di così.

  2. Le sardine dureranno finché i giornali come Il Fatto e Repubblica, insieme a Rai3 e La7 non toglieranno l’acqua di coltura ovvero la (invasiva) copertura mediatica.

  3. Quello che mi piace è che si parla di politica,quello che non ,i piace è la politica falsa, bello vedere le piazze piene, ma non mi vengano a raccontare che tre quattro giovani con i telefonini hanno radunato qualche migliaio di persone in tre giorni.Qui si è mosso sicuranente qulche partito che con i propri iscritti ha invitato a partecipare,la maggioranza erano ex sognatori del P:C:I pensando che ci fosse Berinquer a parlare,altri dei centri sociali per radunare qualche ragazza a ballare.Bene come si dice ? parlatene anche male ma parlatene ,siamo in democrazia finchè dura .visto che si tenta già a togliere al popolo IL VOTO.

  4. Le sardine finiranno al forno come il loro pd.I 5s non dovevano allearsi con il pd perché nessuno dice che il ns voto non serve a un cazzo tantomeno servono nuovi movimenti. Siamo gestiti dai burocrati europei che dettano anche le leggi punto.Cari italiani farsene una ragione no .Cazzo , sveglia p.f.giu’dal pero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui