Corruzione, collaboratore di giustizia: ‘Tutti hanno pagato fior di soldi per comprare voti ed erano perfettamente a conoscenza dei nostri metodi’

2
3
Pubblicità

“Tutti hanno pagato fior di soldi per comprare voti ed erano perfettamente a conoscenza dei nostri metodi”.

Pubblicità

Lo ha detto il collaboratore di giustizia Agostino Riccardo nel corso del processo Alba Pontina al clan di Armando Di Silvio.

Il collaboratore ha svelato dei clamorosi retroscena delle campagne elettorali di molti esponenti politici e partiti gestite da lui e da altri esponenti della famiglia rom.

Tra le tante cose ha raccontato dell’affissione dei manifesti e della compravendita di voti nel 2016 per conto della lista ‘Noi Con Salvini’ a Latina e della lista ‘Sì Cambia’ di Gina Cetrone alle comunali di Terracina.

Riccardo afferma che i candidati per i quali andava garantita massima visibilità vigilando affinché i manifesti non venissero coperti erano Matteo Adinolfi, per il quale si era speso l’imprenditore Raffaele Del Prete, e Gina Cetrone che, stando alla deposizione del pentito, ha pagato sia con cambiali che in contanti.

Il pentito, prima appartenente al clan Travali e poi a quello di Armando Di Silvio, ha inoltre fatto il nome di Armando Cusani, ex presidente della Provincia e attuale sindaco di Sperlonga raccontando come nel 2016 proprio la Cetrone chiese al gruppo formato da lui e dai figli di Lallà di andare a prendere un importante personaggio politico che doveva partecipare ad un suo comizio a Terracina: “Dovevamo garantire una sorta di scorta a Cusani e così lo abbiamo scortato a Terracina”.

Riccardo ha anche raccontato un particolare aneddoto su Pasquale Maietta, eletto alla Camera dei Deputati con Fratelli d’Italia. Secondo il collaboratore 500 voti della curva del Latina Calcio alle regionali nel 2013 sono stati girati al candidato Nicola Calandrini proprio su richiesta di Maietta”.

Pubblicità

2 Commenti

  1. Cioè ci stanno dicendo che per fini politici stanno cercando di riaprire la stagione dei punti? Quelli che parlano a gettone, secondo chi vogliono favorire, spesso senza riscontri oggettivi?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui