M5S: ‘La riforma della prescrizione mette l’Italia a livello degli altri paesi europei’

6
4
Pubblicità

Il Movimento 5 Stelle ha condiviso sulla propria pagina Facebook l’intervento del membro togato del Csm, Piercamillo Davigo, a ‘Sono le 20’, talk show di canale Nove condotto da Peter Gomez.

Pubblicità

“Solo l’Italia prima della riforma e la Grecia avevano un sistema di prescrizione di questo genere – ha affermato Davigo -. In tutti gli altri paesi europei la prescrizione, o dopo l’inizio del procedimento o dopo la sentenza di condanna, non decorre più. Noi avevamo un sistema che se per esempio l’imputato appellava dicendo ‘mi hanno dato tre anni, me ne devono dare solo due’ arrivava la prescrizione e non faceva neanche i due che secondo lui gli avrebbero dovuto dare”.

Gli avvocati sostengono che con la riforma Bonafede si rischia che il processo vada avanti all’infinito perché non verrebbero più fissati gli appelli, a tale teoria Davigo ha risposto: “Perché non dovrebbero essere più fissati gli appelli? Il problema è che in Italia gli appelli sono molto più che in altri paesi. In Francia solo il 40% delle sentenze di condanna viene appellato, in Italia il 100%”.

Il video dell’intervento di Davigo è stato accompagnato dal commento dei pentastellati: “Grazie alla nostra riforma della prescrizione, la giustizia italiana sarà più certa ed efficiente. In nessun paese europeo esiste la prescrizione per com’era in Italia prima del nostro intervento”.

“Adesso – concludono -, grazie all’impegno del ministro Alfonso Bonafede e del MoVimento 5 Stelle, abbiamo adeguato il nostro sistema: per chi è condannato la prescrizione si ferma a partire dalla sentenza di primo grado e il processo va fino in fondo”.

Pubblicità

6 Commenti

  1. E allora nominiamo umanità per tutte Davigo capo politico, insieme a Travaglio così dall’attuale 12% si scende al 5.
    Non ci si può impiccare sulla prescrizione per fare un favore a Davigo perché poi magari l’HIV ne fa uno grosso a te.

  2. Errata Corrige: e allora nominiamo Davigo capo politico, insieme a Travaglio, e facciamo il partito dei giustizialisti-manipulitisti scendendo però dall’attuale 12% al 5%.
    Non ci si può impiccare alla,prescrizione per fare un favore al suo promoter Davigo, solo perché poi magari lui fa un grosso favore a te.

  3. In realtà la maggior parte delle prescrizioni (75%) matura prima del processo di primo grado.
    Perché non si interviene in quella fase se si vogliono davvero impedire le prescrizioni?

  4. La prescrizione permette a taluni “avvocati” di tirare a lungo, guadagnare tanti soldi, intasare i tribunali con cavilli infondati senza tema di punizioni e far prescrivere il facoltoso colpevole di turno che può permettersi il loro onorario. Si potrebbe proporre di abbreviare i processi, pagando magari a forfait l’avvocato, con massimali imposti non dal loro ordine, ma da un’associazione di consumatori: all’improvviso tutti i processi avrebbero una vera accellerata… Piercamillo Davigo è stato un grande giudice, la mente giuridica di Mani Pulite ed oggi merita di sedere al posto di consigliere di Corte di Cassazione. Sicuramente è una persona dalle giuste competenze per comprendere lacune e giri a vuoto della macchina della Giustizia Italiana. Manifestarne i pensieri è un atto dovuto, la democrazia ha come obiettivo il rispetto dei pensieri del popolo e non solo l’adempimento dei “giuramenti Costituzionali”. Davigo di certo accusa il sentimento di stanchezza per una giustizia “auto-governalista” al servizio di poteri forti. Nella maggior parte dei processi non esistono innocenti, ma solo colpevoli non ancora scoperti…

  5. Cioè stiamo accettando che un membro del Csm faccia il polemista a tempo pieno ogni sera in tv per promuovere una legge sulla prescrizione che è farina del suo sacco, si è capito bene. Cioè non discuta di legge in tv che già sarebbe atipico per un membro del Csm, ma ne proponga una tutta sua. Sfruttando la sua funzione che a sua volta gli deriva dalla glorificazione del manipulitismo.
    Vista da fuori è follia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui