Alesina ci fa la tiratina e ci propone la sua candidata (sconosciuta) alla Presidenza Usa

0
2
Pubblicità

Alberto Alesina è un liberal mondialista sviluppista che sermoncina da anni dalle colonne della prima pagina del Corriere della Sera con pistolotti interminabili ed indigesti sulle bellezze del capitalismo selvaggio o turbocapitalismo.

Pubblicità

Oggi, però, se la prende acidamente con Donald Trump che pure di quel turbocapitalismo è il più concreto e reale rappresentante.

Così ci fa una noiosa e sonnolenta disamina dei concorrenti alle primarie per le presidenziali Usa e poi ci dice che lui ne preferirebbe una come presidente (uno sconosciuta, tal Amy Klobuchar). A questa notizia il mondo si è messo in agitazione e il consiglio di Alesina ha cominciato a filtrare nelle segreterie di tutti i Paesi. Come non tenerne conto? E soprattutto, cosa fare per contenere lo straripante ego di commentatori come Alesina che non rendono un buon servigio alla stampa tutta?

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui