Vodafone, la compagnia fa pagare le sim vecchie inutilizzate: indaga l’Agcom

0
1
Pubblicità

“Mi è arrivata una fattura e un addebito su carta per una sim dimenticata, creduta morta. Nessun avviso da parte dell’operatore. Solo a fatica sono riuscito a disdire la sim ed evitare nuovi addebiti”.

Pubblicità

Questo è quanto denunciato da un utente che si è ritrovato a pagare 5 € al mese a Vodafone per una vecchia scheda sim non più utilizzata e ormai dimenticata.

Vodafone, in merito al caso, ha riferito a Repubblica che “si tratterebbe di sim dati su abbonamento che prima erano pagabili solo a consumo, senza costi fissi, ma che da luglio 2019 hanno un costo fisso minimo di 5 euro al mese, a fronte di una modifica unilaterale delle condizioni contrattuali”.

Vodafone sostiene di “avere avvisato gli utenti come richiesto dalle leggi tramite i contatti associati a quella sim via posta cartacea, e-mail o altri legati a quell’utente”.

Gli utenti, inoltre, si lamentano anche della difficoltà della disdetta: “Ho scoperto che bisogna chiamare il call center e fare richiesta. Poi loro ti provano a richiamare per conferma, perché devono registrare la telefonata. Ma se perdi quella telefonata, la richiesta si annulla. Nel mio caso è andata così. Ma se considerate che, ormai, quando chiamano i call center si evita di rispondere per non essere tempestati…”.

Ma non solo, Vodafone ha giocato un’altro brutto scherzo ai clienti: alcuni si sono visti addebitare nuove offerte mai attivate, con i conseguenti costi, su sim ormai scadute.

Sull’intera faccenda indaga l’Agcom, l’Autorità garante delle comunicazioni.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui