Coronavirus, Di Stefano (M5S): «Unità nazionale contro le bestialità salviniane»

4
0
salvini-di-stefano
Pubblicità

«Coronavirus: unità nazionale contro le bestialità salviniane – Credetemi, non c’è bisogno che mi scriviate per dirmelo, lo so bene che sarebbe troppo facile lasciarsi andare a facili risposte alle bestialità che quello sciacallo di Matteo Salvini sta diffondendo in queste ore. So bene che un essere senz’anima come lui utilizza anche i morti per cercare qualche voto, ma qui siamo davanti ad un problema che merita di essere trattato con grande senso di responsabilità e unità nazionale, diffondendo notizie vere invece che falsità».

Pubblicità

Così su Facebook il deputato del M5S e sottosegretario agli Affari esteri, Manlio Di Stefano.

«Smontiamone qualcuna quindi» prosegue Di Stefano –
1. “Il virus viaggia sui barconi dei migranti, chiudete i porti”: il virus per sua natura viaggia su qualsiasi essere umano. Mentre in Italia non abbiamo, ad oggi, casi di contagio dall’Africa, tutti quelli di Lombardia e Veneto derivano da italiani arrivati con un normale volo dalla Cina, addirittura prima della diffusione delle notizie sul Coronavirus e quindi prima del blocco dei voli fatto dal Governo;
2. “Il governo avrebbe dovuto bloccare tutto”: il Governo italiano è stato il primo in Europa a interrompere ogni volo diretto da e per la Cina. Bloccare la circolazione Schengen (ovvero intra UE) sarebbe sostanzialmente impossibile vista la quantità di italiani presente nei Paesi europei cui dovremmo comunque prestare soccorso in caso di problemi;
3. “La sanità italiana è allo sbando”: falsissimo. La sanità italiana è un’eccellenza che il mondo ci invidia. Le strutture nazionali sono equipaggiate per affrontare l’epidemia ma è importante seguire i protocolli e avere buon senso. In questi giorni è fondamentale evitare situazioni ad alto rischio di contagio, meglio stare in casa se possibile. Non recatevi tutti al pronto soccorso ma chiamate il 1500 per avere delle prime informazioni;
4. “Non siamo in grado di capire se si è infetti”: falso anche questo. Purtroppo in alcuni casi, manifestatisi come lievi stati febbrili, i sintomi sono stati confusi con quelli di una normale influenza (come il caso del 38enne di Codogno), ma è una probabilità molto bassa rispetto alla media e totalmente comprensibile vista la stagione influenzale».

«Ripeto, è tempo di essere molto più seri e razionali di beceri politicanti. Il Governo, le Amministrazioni, gli Istituti Sanitari e tutto il Sistema Paese stanno dando il massimo per contenere i rischi. Tutti noi cittadini dobbiamo fare la nostra parte reagendo con altrettanta serietà. Ce la faremo,» conclude l’esponente 5Stelle.

Pubblicità

4 Commenti

  1. Di Stefano è meglio te (e per tutti) che su questa emergenza del coronavirus ti togli anche tu la fissazione Salvini e dandogli dietro la tentazione di fare contropropaganda. Gli italiani non te lo perdonerebbero.

    • Caro Franco Tu sei più Bestia del Tuo “CAZZARO VERDE FANCAZZISTA” di seguito per tua informazione e delle bestialità che propaga il tuo Amore di Salvini ti incollo quanto dichiarato Maria Rita Gismondo, direttore responsabile di Macrobiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenze, il laboratorio dell’Ospedale Sacco di Milano
      Durante la scorsa settimana la mortalità per influenza è stata di 217 decessi al giorno! Per Coronavirus 1!!!”
      Influenza stagionale 2019-2020: il punto della situazione…Casi gravi: alla 7a settimana della sorveglianza sono stati segnalati 157 casi gravi di cui 30 deceduti.
      Mortalità: durante la 6a settimana del 2020 la mortalità (totale) è stata lievemente inferiore al dato atteso, con una media giornaliera di 217 decessi rispetto ai 238 attesi.
      InfluWeb: durante la 7a settimana del 2020, circa il 68% dei casi di sindrome simil-influenzale riferisce di non essere stato visitato da un medico del Servizio sanitario nazionale ma di aver avuto una sindrome simil-influenzale.
      InfluNet-Epi: nella 7a settimana del 2020 l’incidenza totale è pari a circa il 10,87 casi per mille assistiti.
      InfluNet-Vir: durante la settimana 07/2020 di sorveglianza virologica, rimangono prevalenti i virus di tipo A (68%), in particolare appartenenti al sottotipo A(H3N2). Nel complesso, dall’inizio della stagione ad oggi, i ceppi A(H3N2) hanno rappresentato il 58% dei ceppi A sottotipizzati.

  2. Gli italiani vogliono iniziative concrete sull’epidemia e non la solita noiosa e ripetitiva propaganda antisalviniana Roba da Sardine in disarmo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui