Travaglio: «Quasi nessuna delle 197 vittime fin qui censite è morta ‘per’ coronavirus : ma tutte ‘con’ coronavirus»

5
0
Pubblicità

«Quasi nessuna delle 197 vittime fin qui censite (tante, siamo un paese vecchio) è morta “per” coronavirus: ma tutte “con” coronavirus».

Pubblicità

Lo ha scritto Marco Travaglio nel suo editoriale di oggi.

«E non è una distinzione da poco: sappiamo che erano tutti positivi al morbo, ma non che siano morti per quello,» ha sottolineato il giornalista.

«Erano infatti persone di età media di 81 anni, quasi sempre affette da tre o più patologie croniche concomitanti (ipertensione, cardiopatie ischemiche, diabete mellito, malattie respiratorie e tumori),» ha spiegato Travaglio.

«Quasi tutte» ha proseguito «sarebbero morte anche per l’influenza stagionale (che colpisce 5 milioni di italiani l’anno e ne uccide, almeno come concausa, 8-10 mila) o per un colpo d’aria. Solo il 2,8% dei morti “con” coronavirus aveva meno di 60 anni, nessuno meno di 50. La media dei positivi è invece di 60 anni, ma chi è sotto quell’età ed è in buona salute guarisce sempre».

Quanto alla differenza tra COVID-19 e normale influenza, Travaglio ha scritto: «Il coronavirus è molto peggio di un’influenza, ma le somiglia per la platea delle vittime che può provocare. Chi sta bene o benino non rischia pressoché nulla. Chi sta malissimo rischia di più, ma pressappoco quanto per l’influenza: il tasso di mortalità “con” coronavirus (ora al 3,8%) supera quello “con” influenza (1,5-2%), ma anche perché il coronavirus è in gran parte asintomatico e sfugge alle statistiche molto più dell’influenza».

Pubblicità

5 Commenti

  1. Quando non si tratta di attaccare Salvini è un po’ a corto di idee, questa volta ha rilanciato una considerazione già sentita più volte in tv nei giorni scorsi, di nessun valore scientifico. Un semplice gioco di parole.

  2. Caro “dottor” Travaglio il tasso di mortalità è del 4%, nei prossimi mesi potrebbero morire “con” o “di” Coronavirus 300 mila italiani.

  3. DI – A – DA – IN – CON – SU – PER – TRA – FRA, le preposizioni sono uno degli argomenti più difficili della lingua italiana.

  4. E affermare con certezza che qualcuno sia morto per coronavirus o con coronavirus occorrerebbero delle autopsie, non bastano certo le opinioni di Travaglio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui