‘Documento segreto’ governo su Covid, Travaglio: «Chissà come avrebbero titolato Sallusti, Feltri e Belpietro se Conte avesse chiuso tutto il 12 febbraio»

2
0
Pubblicità

Marco Travaglio nel suo editoriale di oggi si occupa del caso dello studio commissionato dal ministero della Salute il 22 gennaio scorso al ricercatore della fondazione Kessler, Stefano Merler, per fare il punto sugli scenari di diffusione del coronavirus e su come intervenire per contrastarlo.

Pubblicità

Repubblica ha ottenuto l’accesso a questo lavoro del ricercatore presentato al Comitato scientifico il 12 febbraio, quando non c’erano casi ufficiali di Covid. Lo studio prevedeva un numero di casi di coronavirus tra 1 milione e 2 milioni, tra i 200mila e i 400mila ricoverati e un numero di morti che poteva variare da 35mila a 60mila.

«Ovviamente» – spiega Travaglio – «fu tenuto riservato per non scatenare il panico, visto che gli scenari erano tutti da verificare e non c’erano due esperti che facessero la stessa previsione», ma «il governo prese sul serio il rapporto Kessler là dove segnalava un dato oggettivo: il drammatico deficit di posti letto nelle terapie intensive. Infatti, già tre giorni prima della consegna definitiva, ordinò alle Regioni (che non ne volevano sapere) di raddoppiarli da 5 a 10mila».

Il direttore del Fatto Quotidiano critica poi i suoi colleghi Sallusti, Feltri e Belpietro:

«Ieri La Verità titolava: “Sapevano tutto dal 12 febbraio. Ma non hanno fermato l’epidemia” . E Libero, invece: “Conte ha insabbiato il report sull’emergenza Coronavirus e continuato a spedire camici in Cina”. E il Giornale, viceversa: “Sapevano tutto il 12 febbraio. Il report segreto inguaia Conte. L’opposizione: ‘Incapaci’”. A parte che non è vero niente, chissà come avrebbero titolato Sallusti, Feltri e Belpietro se Conte avesse chiuso tutto il 12.2, con tre contagiati cinesi in tutt’Italia: se dopo il lockdown dell’11.3 gridavano alla dittatura e paragonavano Conte a Maduro, Chávez, Stalin e Hitler (a Mussolini no perché per loro è un complimento), che avrebbero fatto se fosse arrivato un mese prima, senza un solo italiano infetto? Si sarebbero messi a sparare: non le solite cazzate, ma proiettili veri».

Pubblicità

2 Commenti

  1. Caro Travaglio non difenderli troppo perché hanno ingannato tutti, dico tutti il popolo italiano.In politica tutti mentono sapendo di mentire e voi giornalisti pensate ha scrivere notizie vere e non inventate in questo marciume di politica che ha venduto la ns anima allUE.TRADITORI, TRADITORI, TRADITORI E ANCHE BUGIARDONI.
    .

  2. Io la speranza che l’ho. In Italia esistono milioni di persone serie, capaci,oneste, e quello che ci vogliono far sapere è che non esistano per far digerire personaggi, perlomeno, schifosi. A pro di chi? Non certo per la maggioranza del popolo italiano, ma per i soliti personaggi mafiosi, che non vogliono che qualcosa cambi.
    NOn BISOGNA ARRENDERSI, È QUELLO CHE VOGLIONO. IO NON MI ARRENDO.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui