Angelucci indagato per istigazione alla corruzione, 5Stelle all’attacco

3
10
Pubblicità

Antonio Angelucci, deputato di Forza Italia, “Re delle cliniche romane” ed editore dei quotidiani “Libero” e “Il Tempo” è indagato per istigazione alla corruzione del braccio destro di Zingaretti nella sanità del Lazio, Alessio D’Amato.

Pubblicità

Angelucci è accusato di aver promesso a D’Amamo, quando era responsabile della ‘cabina di regia’ del servizio sanitario del Lazio «il pagamento di una somma di denaro pari a complessivi 250.000 euro, dei quali 50.000 euro gli sarebbero stati, asseritamente, consegnati subito». Ma, scrivono i pm, «l’istigazione non è stata accolta». E secondo quanto risulta al Fattoquotidiano.it «D’Amato ha denunciato la vicenda in procura».

Angelucci si è detto «totalmente estraneo ai fatti contestati» e ha dichiarato in una nota di avere «la piena fiducia nei confronti della magistratura».

I 5Stelle sono subito partiti all’attacco contro Angelucci: «Questo signore in Parlamento non l’avete quasi mai visto, eppure è un deputato berlusconiano, oltre che un magnate delle cliniche private e un editore de Il Tempo, Libero e il Corriere dell’Umbria.
Sarà un caso che proprio da questi giornali ogni giorno partono continui attacchi al MoVimento 5 Stelle e a tutto il lavoro che stiamo facendo?
Ora lasciamo che la magistratura faccia il suo lavoro, intanto però noi del M5S lotteremo per far approvare una legge contro il conflitto d’interesse nel settore dell’editoria. Siamo gli unici che possono portare a casa anche questo risultato storico!» ha scritto in un post su Facebook Danilo Toninelli.

«Di nuovo indagato per corruzione il deputato super assenteista di FI Angelucci, proprietario di Libero, Il Tempo, e del gruppo di cliniche San Raffaele. Avrebbe tentato di corrompere l’assessore alla Sanità del Lazio per ottenere l’accreditamento regionale che aveva perduto alla sua clinica chiusa di Velletri. Abbiamo già visto la sua gestione scellerata cosa ha provocato nella sua clinica di Rocca di Papa, dove sono stati registrati 168 casi di contagio Covid e 43 decessi a causa della totale mancanza di precauzioni contro la diffusione del virus per operatori sanitari e degenti. Pochi giorni fa sembra che Angelucci abbia riottenuto l’accreditamento per riaprire questa clinica di Rocca di Papa. Ci dobbiamo preoccupare?» si legge in un post sulla pagina Facebook del deputato 5Stelle Francesco Silvestri.

Pubblicità

3 Commenti

  1. I cinque stelle oramai assomigliano tanto a quel tipo di delinquente che occupandosi solo di omicidi ed estorsioni si erge moralizzatore sui ladri d’appartamento.
    Almeno tacere.

      • Al detto popolare ‘cornuto e mazziato’ si aggiunge ‘cornuto e contento’, mi mancava, evidentemente l’elettore devolve, o meglio: Dopo aver toccato il fondo scava.
        Per fortuna quelli come te diminuiscono ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui