Coronavirus, polemiche sul distanziamento al Maurizio Costanzo Show: «Vivono in un’altra realtà». Ma lui si difende: «Si può fare. Facciano tutti così, invece che rompere»

0
4
Pubblicità

«Volete sapere come funziona? È facile: il pubblico della mia trasmissione prima di entrare fa il test sierologico, e così tutti gli ospiti. Fra una persona e l’altra c’è un plexiglass, e anche fra un ospite e l’altro c’è un plexiglass. Perché non fanno così anche nei teatri? Possono farlo tutti. Facciano così, invece che rompere e fare polemiche!».

Pubblicità

Maurizio Costanzo ha replicato così a chi lo ha criticato perché nell’ultima puntata della sua trasmissione, il ‘Maurizio Costanzo Show’, il pubblico ha occupato tutte le sedie del teatro, usando soltanto un plexiglass per separare una postazione dall’altra.

«Possono farlo tutti. Certo, specifico che il pubblico viene in teatro un’ora e mezzo prima, perché possa essere fatto il test su ciascuno. Quindi io pago gli infermieri, il personale, il plexiglass. Il proprietario del cinema all’angolo faccia così, così non c’è pericolo legato all’assembramento», ha concluso Costanzo.

In rete gli utenti hanno espresso indignazione per quanto accaduto, pubblicando post come quello che potete vedere sotto, nel quale un cittadino si chiede, ad esempio, se sia «pericoloso solo ciò che è vietato dai DPCM o esiste un rischio sanitario determinato da parametri oggettivi e misurabili?». E commenta: «A quanto pare la loro macchina propagandistica del terrore è intoccabile, loro possono lavorare comodi, senza mascherina, per non apparire ridicoli, mentre il popolo bove deve schiattare sotto il peso di provvedimenti vessatori, contraddittori e ridicoli».

Guarda il video:

«Incommentabili, vivono in un altra realtà», si legge tra i commenti ad uno dei video della puntata pubblicati sulla pagina Facebook di Maurizio Costanzo.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui