Fondi Lega, Furore (M5S): ‘Salvini nei guai, il commercialista sapeva dei soldi girati al partito’

0
4
Pubblicità

Michele Scillieri è uno dei commercialisti finito in arresto nell’ambito dell’inchiesta sul caso della Lombardia film commission (Lfc)”.

Pubblicità

Così Mario Furore in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook in cui ha raccontato che Scillieri “agli inquirenti ha raccontato che parte dei soldi ricevuti come consulente della Lfc li avrebbe girati ai revisori contabili della Lega di Matteo Salvini, Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, e che poi parte di questo denaro – stando a quanto gli riferì uno dei due professionisti coinvolti – sarebbe andata anche al partito”.

Furore poi ha riportato quanto scritto da Il Fatto Quotidiano: “Davanti a Scillieri i pm prima di tutto mettono due strane fatture. Il professionista fa sì con il capo e inizia a spiegare: incarichi politici, nomine nelle società partecipate, consulenze. Chi le ottiene deve poi ripagare la Lega con percentuali fino al 15 per cento. Denaro retrocesso anche con fatture ad hoc mediate dai due commercialisti fedelissimi di Matteo Salvini“.

“Registriamo il silenzio del segretario della Lega Salvini su questa vicenda. Un politico che è sempre pronto a sparare sentenze e a speculare su tutto e su tutti, quando si parla del suo partito tace. D’altronde, da un giullare del genere, cosa c’è d’aspettarsi?” si è domandato in conclusione il Deputato M5S del Parlamento Europeo.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui